Domenica, 31 Maggio 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Calcioscommesse, dirigente Catania tira in ballo il Bari

Daniele Delli Carri in una telefonata avrebbe confidato che i biancorossi si sarebbero venduti quattro partite di fila, finite in pareggio

Pubblicato in Sport il 26/06/2015 da Redazione
L’ombra del calcioscommesse aleggia sul Bari. Un’altra volta. Un’intercettazione tra il ds del Catania, Daniele Delli Carri, e un procuratore sportivo, Piero Di Luzio, potrebbe incastrare i biancorossi. Per ora nessun movimento da parte degli investigatori che indagano sulle cinque partite di serie B comprate dal Catania, che avrebbero portato gli etnei fuori dalla zona retrocessione. Potrebbe trattarsi di congetture, ma è difficile spiegarsi perché Delli Carri avrebbe tirato in mezzo il Bari durante una sua telefonata. Il testo dell’intercettazione non è chiarissimo, ma rende l’idea:
DC: a Bari a Bari hanno fatto la palazzina sapendo che noi facevamo le palazzine diverse dalle loro capito?
DL: quando settimane passate?
DC: no per quattro settimane di fila. (tra l’11 e il 28 aprile 2015 il Bari ha pareggiato 4 gare di fila, ndr).
DL: venivano addosso a noi.
DC : eh eh capito.
DL: e loro come lo sapevano?
DC: eh che ne so me lo ha spiegato stasera il capo cantiere.
DL: chi gliel’ha detto, il biondo?
DC: qualcuno gliel’ha detto.
DL: l’unico può essere il biondo.
DC: pure lui dice la stessa cosa.
DL: è l’unico, può essere il biondo che si vende le informazioni.

Secondo Delli Carri, il Bari si sarebbe venduto quattro partite di fila finite in pareggio (Bari-Crotone, Trapani-Bari, Bari-Bologna e Carpi-Bari. Ora sarà il procuratore Palazzi ad occuparsi della vicenda. Per ora non c’è nulla di concreto.