Martedì, 17 Settembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Gianluca Paparesta rassicura il popolo biancorosso: 'Sono io il proprietario, niente da nascondere'

Il presidente della F.C. Bari 1908 ha chiarito la situazione dopo l'apertura di un'inchiesta da parte della Procura per una presunta turbativa d'asta

Pubblicato in Sport il 22/05/2015 da Redazione
Non si è fatta attendere la risposta di Gianluca Paparesta, presidente della F.C. Bari 1908, dopo le ultime notizie riguardanti l’acquisizione da parte della Guardia di Finanza di alcuni documenti contabili della società. La Procura di Bari ha infatti aperto un’indagine riguardo una possibile turbativa d’asta avvenuta al momento dell’acquisizione della società fallita da parte dell’ex arbitro internazionale.
La nota, diffusa tramite il sito ufficiale e i profili social della società, comincia con una massima di François de La Rochefoucauld : “Non ci si dovrebbe stupire se non di potersi ancora stupire”. “Dovrei commentare con questa frase – ha cominciato Paparesta - l'attenzione mediatica che si sta alzando in queste ore per gli articoli apparsi oggi su alcuni quotidiani. Dal giorno dell'aggiudicazione dell'asta,non ho mai nascosto nulla ai baresi, ho sempre ribadito di essere, con mio padre,l'unico proprietario di questa splendida realtà chiamata FC Bari 1908, chiarendo anche di esser eventualmente aperto ad orizzonti sempre più ampi”. “Non ho mai nascosto – continua l’ex arbitro – di aver potuto iniziare questa meravigliosa avventura grazie al sostegno di alcuni partners internazionali che, credendo nel progetto, hanno voluto, tramite regolari contratti di acquisizione di diritti commerciali, dare il loro sostegno a questa affascinante esperienza. E in linea con quanto sempre detto, la Gdf, nel rispetto dei compiti ad essa assegnata, non ha fatto altro che certificare quanto da me sempre dichiarato, tant’è che, a distanza di almeno sei mesi dall’inizio delle indagini, i medesimi organi di informazione specificano che sulla vicenda non sono stati riscontrati o ascritti reati ad alcun soggetto”.
“Ora che anche le autorità preposte hanno accertato la verità – conclude il presidente biancorosso - , quella che peraltro ho sempre sostenuto e dichiarato, diffido chiunque dal continuare ad avanzare ipotesi destituite di qualsiasi fondamento. Se così non fosse, dalla curiosità iniziale di conoscere le cose, potrei iniziare a pensare alla malafede, o ad un disegno più grande volto a minare la crescita e lo sviluppo del progetto della FC Bari 1908”.

loading...