Sabato, 25 Maggio 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

La Puglia ospiterà i campionati mondiali del 2022 di Orienteering

La manifestazione si terrà sul Gargano. Le competizioni si svolgono in un arco temporale di 7 giorni e richiamano circa 4.000 atleti

Pubblicato in Sport il 15/02/2019 da Redazione

Il 22 gennaio scorso la International Orienteering Federation ha annunciato che l'Italia ospiterà i Campionati Mondiali Master (WMOC) del 2022. La regione scelta è la Puglia e più precisamente il Gargano. La data indicativa è la seconda settimana di luglio 2022. Per l'Italia, in particolare per la Puglia e per il Gargano,  si tratta di un grande risultato, più volte sfiorato nel corso degli ultimi anni.

"L'assegnazione dei campionati del mondo alla Puglia di Orienteering del 2020 è un risultato straordinario per tutti noi – ha commentato l'assessore regionale con delega allo Sport Raffaele Piemontese – è un riconoscimento per il lavoro che abbiamo svolto in Puglia in questi anni, un lavoro che ha inteso intrecciare sport e turismo come connubio per la "buona vita", all'insegna di salute e bellezza. L'Orienteering è la disciplina che meglio può testimoniare il valore di questo connubio e, nel 2022, lo farà nel Gargano, nel pezzo di Puglia con la più alta concentrazione di ricchezze naturali e architettoniche. Un patrimonio che vede le antiche faggete della Foresta Umbra riconosciute recentemente dall'UNESCO come Patrimonio dell'Umanità".

"Vorrei ringraziare tutti coloro che ci hanno dato fiducia – ha continuato Piemontese – la Federazione italiana di Orienteering con il suo commissario straordinario, la Federazione internazionale, il Comitato promotore e, in particolare questa mattina, vorrei ringraziare il Coordinatore Progetto di Candidatura, Gabriele Viale che ha rilevato come la Puglia sia all'avanguardia per quanto riguarda l'impiantistica sportiva".

I numeri di questa disciplina sono molto elevati perché vi possono partecipare famiglie intere, dal bambino al nonno fino ai 90 anni di età. Non ci sono chilometri fissi da fare in questa disciplina, ma solo percorsi differenti e diversi, l'importante è che tutti abbiano una mappa e una bussola per l'orientamento. Le competizioni si svolgono in un arco temporale di 7 giorni e richiamano circa 4.000  atleti. 

"Gli effetti più estesi sull'economia generati da così tanti partecipanti – ha concluso Piemontese - è evidente: se consideriamo che ospiteremo migliaia di atleti per una settimana, e supponendo siano accompagnati anche solo da una persona, possiamo stimare, con una certa prudenza, un valore economico di 4 milioni e mezzo di euro, basandoci sui 90 euro di spesa quotidiana calcolati dal CONI circa, la ricaduta economica degli eventi sportivi. Una grande opportunità quindi per la Puglia che salutiamo con immenso piacere e, perché no, anche con un pizzico di orgoglio".

"Si tratta di un grande traguardo – ha commentato Sergio Anesi, Commissario Straordinario FISO – soprattutto per la nostra Federazione che si è sempre contraddistinta per le ottime capacità organizzative. Abbiamo dovuto fronteggiare un'agguerrita concorrenza internazionale e questo vuol dire che il nostro progetto, supportato dal Comitato Promotore presieduto da Michele Barbone coadiuvato da Gabriele Viale, è stato ritenuto valido".

Michele Barbone – Presidente Comitato Promotore WMOC in Puglia/Gargano ha aggiunto: "Sono fiero di questo risultato per l'Italia e per la mia Puglia. Nell'ultimo anno abbiamo lavorato in silenzio, consapevoli della validità della candidatura della Puglia e del Gargano,  che per ragioni di politica sportiva internazionale, indipendenti da noi,  negli ultimi anni sono stati  assegnati alla Slovacchia prima e al Giappone poi. Fin da subito ci concentreremo sull'organizzazione, abbiamo appena due anni davanti a noi per i preparativi di questo imponente e straordinario Campionato del Mondo Master di orienteering. Tutta la Puglia si farà trovare pronta per accogliere le migliaia di atleti con calore e grande ospitalità".

 "E' un sogno che si avvera, Gabriele Viale – ha detto Gabriele Viale -  coordinatore operativo del progetto candidatura WMOC in Puglia/Gargano - non nascondo che all'annuncio dell'assegnazione mi sono commosso.  Sono 10 anni che lottiamo per questo risultato. Il progetto di candidatura era stato elaborato coinvolgendo i massimi esperti mondiali di orienteering.  L'avevamo promesso alle istituzioni del Gargano che ci hanno sempre sostenuto.  Tra l'altro la Puglia è una regione all'avanguardia per quanto riguarda l'impiantistica sportiva".



loading...