Giovedì, 5 Dicembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Il barese Servodio campione mondiale di Tiro dinamico sportivo (VIDEO)

Ad Ottobre, mondiali in Florida. Il campione sarà il capitano della Nazionale

Pubblicato in Sport il 11/07/2014 da Giovanna Fiore
Donne, uomini,bambini, non sembrerebbe ma è proprio uno sport alla portata di tutti. Si tratta del tiro dinamico sportivo, una disciplina che nasce grazie a Fairbairn che ebbe il compito di addestrare la Polizia di Shanghai negli anni 30. Gli scontri a fuoco erano abbastanza comuni a quei tempi ed egli sviluppò tecniche di addestramento che prevedevano l’uso di bersagli umanoidi e scenari realistici, oltre all'impiego di pistole semiautomatiche che cominciarono a sostituire lentamente i revolver. Nasce, dunque, per esigenze di addestramento della polizia americana e si espande sino a diventare una passione per i civili. Abbiamo incontrato il campione del mondo e vicecampione europeo di tiro dinamico sportivo, Francesco Servodio: "E' una disciplina che coinvolge tutte le Nazioni del mondo e in Italia è rappresentata dalla Federazione Tiro dinamico sportivo. Attualmente la Federazione italiana annovera circa 20.000 appassionati. E' una disciplina che non preclude nessuno, possono partecipare anche i più piccoli in totale sicurezza. Tuttavia - ha continuato - la Federazione Italiana Tiro Dinamico Sportivo impone una serie di corsi, tenuti da istruttori federali che si basano essenzialmente sul maneggio dell’arma in sicurezza e poi sulle varie tecniche di tiro\". Chi vuole praticare questo sport, infatti, deve ottenere un attestato d\'armi sportivo che gli permetterà di frequentare i corsi con istruttori Coni.
Dal termine \'dinamico\' si evince la differenza dai classici poligoni di tiro. Basta recarsi a Bitonto, dove ha sede il campo di tiro dell\'associazione Barium per comprendere le differenze. La disciplina, che può essere fatta con pistole di ogni tipo, consiste in percorsi complicati. Vincitore è colui che compie in minor tempo possibile il percorso.
Abbiamo chiesto a Servodio come ha origine la sua passione per questo sport..."Sono un poliziotto, sostituto commissario di polizia e sono un istruttore di tiro. E' nata dal fascino del tiro d\'azione e dall'esigenza professionale di affinare le tecniche".
Campione del mondo e vicecampione europeo..." nessuna strategia in campo, solo tanta esperienza e sacrificio" ha commentato il campione.
E proprio come le gare nel calcio, anche per questa affascinante e divertente disciplina ci sono i mondiali ogni quattro anni, quest'anno, ad ottobre, si terrà il mondiale in Florida e Francesco Servodio è il capitano della Nazionale, presenterà l\'Italia.