Lunedì, 10 Agosto 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Fc Bari, Rosina dopo la vittoria di Latina: 'Soddisfatto di questo inizio, ma voglio dare di più' (VIDEO)

Il trequartista biancorosso sulla presunta mancanza di gioco: 'Serve tempo per queste cose, per adesso mi accontento dei tre punti'

Pubblicato in Sport il 06/10/2015 da Giuseppe Bellino
È entrato in campo a partita in corso ed ha rivitalizzato la manovra offensiva del Bari, liberando Valiani con un sublime velo in occasione del gol del pareggio. Alessandro Rosina è una delle note positive dell’ultima trasferta vinta dai biancorossi a Latina. Il trequartista calabrese è stato il protagonista della conferenza stampa odierna, analizzando la prova di sabato: “È stata una bella partita – esordisce – siamo riusciti a portare a casa tre punti importantissimi. Abbiamo dato continuità alla vittoria raggiunta in casa contro l’Avellino”. “Mi sono sentito protagonista – continua Rosina – così come nella prima vittoria contro lo Spezia, anche se non ero mai entrato in campo. Non voglio essere ipocrita, non mi piace stare in panchina, però bisogna accettare le scelte del mister e dimostrare sul campo la propria voglia”.
Il numero 18 biancorosso ha inciso per la seconda volta subentrando dalla panchina, ma sembra vicino al raggiungimento di una buona condizione fisica: “Non sono lontanissimo dalla migliore condizione fisica – rassicura – mi sto riprendendo dopo un avvio difficile a Catania, chiaramente più gioco e più diventa facile recuperare. Sono abbastanza soddisfatto di questo inizio ma ho tanta voglia di dare di più”. A decidere la partita del Francioni ci ha pensato Massimo Donati, uno tra i migliori proprio insieme a Rosina: “Penso che il fatto di entrare dalla panchina con umiltà e intraprendenza possa fare la fortuna dell’intera squadra. Spero che l’atteggiamento con il quale abbiamo affrontato la partita io e Massimo possa essere un esempio per i ragazzi più giovani”.
Il Bari è a soli due punti dalla vetta della Serie B, anche se non ha convinto dal punto di vista del gioco. Rosina però non sembra preoccupato: “Per vedere i frutti del nostro lavoro serve tempo. Ogni tanto rifletto e penso alla situazione del Torino: il primo anno Ventura vinse il campionato ma non convinse, ora il suo gioco è ammirato da tutta Italia. È molto difficile che gli schemi del mister possano funzionare alla perfezione con 7-8 giocatori nuovi. Per ora serve fare più punti possibili, mi accontento di queste vittorie”. Domenica al San Nicola arriva il Lanciano: “È una squadra ostica – conclude Rosina – non hanno cambiato tanto e hanno tre o quattro bandiere da più anni. Può essere una mina vagante in questo campionato”.