Martedì, 17 Settembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Possibile cessione per il Bari, per Paparesta ci vorranno 15 giorni

Il manager biancorosso in una intervista al Corriere del Mezzogiorno fa chiarezza

Pubblicato in Sport il 02/01/2014 da Redazione
I rumors parlano di nuove trattative per la cessione del Bari calcio. Si andrebbe dunque verso il cambio di presidenza e di proprietà, del club biancorosso. La volontà dalle parole di Gianluca Paparesta in una intervista pubblicata oggi dal Corriere del Mezzogiorno. "Voglio pensare positivo, ma senza illudere nessuno. Si tratta di un'operazione complessa, ma estremamente intrigante". Queste le parole del manager barese che sta cercando la giusta soluzione per questo tira e molla che va ormai avanti da diversi anni. C'è da muoversi con estrema cautela, come lo stesso Paparesta afferma, perché un qualsiasi acquirente dovrà tenere in considerazione le attuali scadenze a cui il Bari è soggetto: il 16 gennaio il club dovrà versare le ritenute Irpef relative alle mensilità di settembre e ottobre, solo un mese dopo dovranno essere pagati gli stipendi, contributi Enpals e ritenute Irpef di novembre e dicembre, nonché i contributi Enpals inevasi a dicembre (scatterà un punto di penalità). Le retribuzioni dovranno essere pagate ad aprile e giugno. Paparesta appare fiducioso: "Abbiamo allacciato rapporti ad ampio raggio, in Italia e all'estero. Anzi: posso dire con certezza che se riusciremo a coinvolgere qualcuno nel progetto, si tratterà di investitori che non operano sul territorio pugliese". L'intenzione è quella di pescare fuori dall'Italia, o almeno fuori dalla Puglia con un'idea anche su proprio ruolo all'interno della società, magari come anello di congiunzione tra il nuovo e il vecchio corso. Le novità potrebbero arrivare nel giro di quindici giorni, quindi entro fine gennaio.

loading...