Lunedì, 10 Agosto 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Verso Latina-Bari, parla l'ex Valiani: 'Felice di incontrare i miei compagni. Bisogna dare un segnale fuori casa' (VIDEO)

In caso di gol, il centrocampista toscano ha dichiarato che esulterà: 'Non mi capita spesso, non posso andare contro la mia natura'

Pubblicato in Sport il 01/10/2015 da Giuseppe Bellino
Latina-Bari non sarà una partita normale per Francesco Valiani, centrocampista biancorosso arrivato in Puglia quest’estate e reduce da un’annata tra le file dei pontini nella quale ha collezionato 32 presenze e tre gol. “Affronto questa partita positivamente – dichiara – sono felice di rivedere i ragazzi con cui ho condiviso l’ultimo ritiro estivo. La stagione scorsa non è stata brillantissima e viaggiano un po’ a fari spenti, ma qualitativamente possono giocarsela con tutti”. Il Latina è reduce da una ottima prestazione a Cagliari, dove però non ha raccolto punti: “Ho visto quasi tutta la partita – continua Valiani – non meritavano di perdere, in certi momenti nemmeno di pareggiare. Sono una squadra composta da giocatori esperti e di qualità, basta vedere i vari Corvia o Olivera”.

Il Bari però deve cercare di conquistare i tre punti in trasferta per scalare la classifica: “Dobbiamo invertire la tendenza, a Crotone le cose sono andate male ma la voglia di far bene e cercare di fare un risultato importante c’è. Bisogna dare un segnale fuori casa, senza però andare allo sbaraglio”. Molto probabilmente Davide Nicola riconfermerà il centrocampo visto domenica scorsa contro l’Avellino, con la coppia Valiani-Romizi e Defendi più alto: “Domenica ci siamo trovati bene, ma penso che non ci si possa fossilizzare sul modulo con due o tre uomini in mediana – dichiara il centrocampista toscano – credo che dipenda anche dagli avversari che si vanno ad incontrare. La bravura di una squadra è quella di modificare il proprio assetto n base a chi si affronta”.

Valiani ha poi dichiarato che in caso di gol è pronto ad esultare: “Non sono Cavani o Higuain – scherza – quindi segno di rado. Non posso trattenere la gioia dopo un momento bello, andrei contro la mia natura”.

I tifosi biancorossi non potranno seguire la trasferta per problemi di ordine pubblico legati ad alcuni tafferugli successi a Crotone. Un divieto che penalizza anche gli uomini di Davide Nicola: “Perdere l’apporto dei tifosi in trasferta non è bello, loro sono il dodicesimo uomo in campo e ci aiutano anche nelle situazioni negative. Credo – conclude Valiani – che sarebbero accorsi in tantissimi per sostenerci”.