Mercoledì, 23 Ottobre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Sanità, a Bari l'evento che mette a confronto i sistemi sanitari di dodici regioni italiane

Il progetto ha permesso la condivisione e l’evoluzione di un sistema di valutazione delle performance dei sistemi sanitari regionali, che si compone oggi di quasi 400 indicatori, per monitorare la capacità di miglioramento nella gestione dei servizi sanitari

Pubblicato in Salute il 31/05/2019 da Redazione

Dodici sanità regionali a confronto a Bari. Dopo gli appuntamenti degli anni passati a Venezia, Milano e Bolzano, quest’anno è il capoluogo pugliese a ospitare la presentazione nazionale dei risultati del Sistema di Valutazione dei Sistemi sanitari regionali - più comunemente noto come i “Bersagli” - oggi condiviso da 10 regioni italiane (Basilicata, Calabria, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Marche, Puglia, Toscana, Umbria, Veneto) e dalle 2 province autonome di Trento e Bolzano. Il progetto ha permesso, negli anni, la condivisione e l’evoluzione di un sistema di valutazione delle performance dei sistemi sanitari regionali, che si compone oggi di quasi 400 indicatori, per monitorare la capacità di miglioramento nella gestione dei servizi sanitari.

Per la Regione Puglia si tratta della quinta annualità di confronto con le altre Regioni, avendo aderito al network a fine 2015 con la valutazione della performance 2014 e facendone, nel frattempo, la metodologia prevalente per la misurazione e la valutazione degli obiettivi dei direttori generali delle aziende sanitarie pugliesi.

L’appuntamento di Bari è da un lato una rinnovata occasione di analisi dei processi di innovazione e miglioramento assistenziale regionale e, dall’altro, il momento per dare evidenza a quelle realtà regionali che in determinate aree di servizio hanno saputo gestire la complessità distinguendosi come best-practices.

Questa mattina a Bari aprono il dibattito la Rettrice della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e Responsabile del Laboratorio Management e Sanità (Mes) dell’Istituto di Management Sabina Nuti e il Presidente della Regione PugliaMichele Emiliano.