Lunedì, 6 Luglio 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

'Running Heart', a Bari tutto pronto per la 'corsa del cuore'

Domenica 12 febbraio in programma la corsa non competitiva lunga 10,6 km. In piazza Ferrarese sarà allestito il “Villaggio del Cuore”

Pubblicato in Salute il 30/01/2017 da Redazione

Ai nastri di partenza “Running Heart”. Domenica 12 febbraio (ore 10) prenderà il via da Piazza del Ferrarese una manifestazione podistica davvero speciale, per gli alti contenuti che la caratterizzano: Running Heart, corsa competitiva (Fidal) e non competitiva lunga km 10,6
Il percorso si snoderà sul suggestivo lungomare di Bari, in direzione sud est.
Previsto anche un percorso di km 2,5, nella città vecchia, per chi preferisce la passeggiata alla corsa.
È una delle iniziative intraprese dalla Cardiologie Italiane, nell’ambito della settima Campagna Nazionale della Fondazione “Per il Tuo cuore - HCF Onlus”, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica. Nella settimana di San Valentino, dal 12 al 17 febbraio, si ripete il tradizionale appuntamento “Cardiologie Aperte”, durante il quale i Cardiologi iscritti all’ANMCO (Associazione Nazionale dei Medici Cardiologi Ospedalieri) realizzano attività finalizzate alla prevenzione delle malattie cardiovascolari.

Quest’anno, al fine di sensibilizzare la popolazione al corretto stile di vita, si è deciso di organizzare una manifestazione podistica. C’è di più. Sabato 11 febbraio, presso il

Villaggio del Cuore” in Piazza Ferrarese, dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 16 alle ore 21, sarà possibile effettuare elettrocardiogrammi gratuiti con il rilascio della “Bancomheart”. Si tratta di una carta personale con codice segreto, per accedere al proprio elettrocardiogramma ed ai propri dati clinici in qualsiasi momento e da qualsiasi computer, smartphone o tablet. Tali dati, acquisiti e custoditi in una cassaforte virtuale chiamata “Banca del Cuore”, saranno visualizzabili in caso di necessità. Il confronto con un elettrocardiogramma precedente, soprattutto nei casi di dubbia interpretazione,

permette una diagnosi più precisa e potrebbe salvare la vita.