Venerdì, 22 Novembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

L'Istituto Oncologico barese premiato a Porto: targa d'argento Oeci

Il polo barese è definitivamente entrato nel network degli Istituti Europei di Oncologica con l’accreditamento a 'Clinical Cancer Centre' per gli anni 2015-2018

Pubblicato in Salute il 26/06/2015 da Redazione
Un riconoscimento straordinario per l’Istituto oncologico. Il polo barese è definitivamente entrato nel network degli Istituti Europei di Oncologica con l’accreditamento a "Clinical Cancer Centre" per gli anni 2015-2018. Il premio è
stato consegnato nel corso degli "Oncology Days" organizzati dall’Organizzazione Europea degli Istituti che curano il Cancro (OECI), dal 22 al 24 giugno all’Istituto Português de Oncologia di Porto. Oeci è l’organismo che riunisce i principali ospedali anticancro d’Europa, supportandone la crescita in termini di qualità delle terapie e della ricerca scientifica e definendone gli
standard assistenziali ed organizzativi che devono essere rigorosamente uguali su tutto il territorio europeo. Durante gli “OECI Oncology Days 2015” tra convegni, conferenze ed eventi si è svolta la cerimonia di consegna delle certificazioni di accreditamento ai migliori centri europei. Il prestigioso riconoscimento è stato consegnato dalla Presidentessa dell'OECI, prof.ssa Dominique de Valeriola di Bruxelles, al dott. Attilio Guarini, direttore del reparto di Ematologia dell’Istituto barese ed attuale direttore scientifico. Una targa d'argento che testimonia l’ottimo lavoro fatto negli ultimi anni dai medici e dai ricercatori baresi. Essere ‘Clinical Cancer Centre’ non significa solo rispettare standard specifici valutati da una commissione di esperti ma seguire un percorso di monitoraggio continuo che misura anche la capacità di mantenere gli impegni presi.
Soddisfatto l’attuale direttore scientifico dott. Attilio Guarini che commenta così: “Il lavoro paga. Siamo in Europa insieme ai più prestigiosi Istituti di Oncologia Italiani e stranieri, siamo sempre meno Sud. L’accreditamento al’eccellenza OECI è una garanzia sulla qualità dell’intero percorso terapeutico, dalla prevenzione alla diagnosi, alla cura. È il riconoscimento del
progressivo miglioramento delle attività cliniche e di ricerca di tutto il personale dell'istituto”.
Il riconoscimento dell’Oeci premia le infrastrutture esistenti e il modello organizzativo all’interno dell’istituto barese. “Sono tanti i punti che definiscono  Istituto Oncologico premiato a Porto ok– ADC/li un Clinical Cancer Centre”, commenta l’oncologo Angelo Paradiso promotore insieme alla dott.ssa Rosanna Lacalamita del progetto di accreditamento e da
anni impegnato con Oeci. In primo luogo l’approccio multidisciplinare alle malattie, l'adozione ed il rispetto delle linee guida, l’uso della cartella elettronica e di procedure rigorose per accompagnare il paziente in tutto il percorso
diagnostico-terapeutico. Un percorso di anni e di continuo miglioramento che prevede verifiche rigorose annuali. Oeci ha giudicato eccellente il profilo dell’Istituto in termini di ricerca scientifica, dotazione tecnologica e capacità
organizzative. In due parole: il paziente al centro. Una certezza in più per gli ammalati di tumore in Puglia e nel Mezzogiorno: all’oncologico di Bari da anni si fa diagnostica avanzata e sono a disposizione farmaci sperimentali non ancora in commercio, molecole innovative, terapie all’avanguardia e secondo standard di qualità verificati e validati a livello europeo dalla prestigiosa organizzazione internazionale Oeci.