Mercoledì, 13 Novembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Una buona notizia per i malati di Sla, si alle cure domiciliari

La protesta ha portato ad una importante vittoria. Si alle cure domiciliari per i malati di Sla. Le Regioni dovranno riprogrammare la distribuzione dei fondi

Pubblicato in Salute il 23/10/2013 da Admin
Dopo una notte di protesta, accampati fuori al Ministero dell'Economia, i malati di Sla vincono la loro battaglia: sì ai fondi per le cure domiciliari. "Siamo soddisfatti dell'incontro con i sottosegretari all'Economia e alla Salute - ha spiegato Mariangela Lamanna, del 'Comitato 16 novembre', da anni impegnato per il diritto dei malati -, almeno è stato messo nero su bianco che il fondo per la non autosufficienza 2013 e 2014 deve essere destinato, per la parte riservata ai disabili gravissimi, alla domiciliarità. Perciò le Regioni che stanno dirottando questi fondi per rimpinguare le residenze socio sanitarie verranno denunciate".
Un nuovo incontro, a cui parteciperanno l'Anci, la Conferenza Stato-Regioni e l'Inps, è fissato per il 5 novembre per discutere la distribuzione del fondo alle Regioni, l'aggiornamento dei Livelli essenziali di assistenza, il nomenclatore tariffario e il riconoscimento dell'invalidità al 100% anche per le malattie neurodegenerative. 
"Non ci fermeremo - dicono i disabili -, se sarà necessario torneremo ad accamparci fuori ai palazzi del potere".