Martedì, 17 Settembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari pronta a vivere le iniziative di 'Race For The Cure', prevenzione ed azioni sul territorio

Sport, salute e benessere per informare come prevenire il tumore alla mammella

Pubblicato in Salute il 22/05/2015 da Ilaria Milella
Dal 22 al 24 maggio Bari ospita per la nona edizione “Race For The Cure” , la corsa per sensibilizzare la popolazione femminile alla prevenzione del tumore alla mammella e per sponsorizzare una raccolta fondi per sostenere i progetti sul territorio. Hanno preso parte alla conferenza stampa il Sindaco di Bari Antonio Decaro, l’assessore per lo Sport e l’Ambiente Pietro Petruzzelli, Barbara Saba, direttore della fondazione Johnson&Johnson e Antonella Caroli, rappresentanti delle donne in rosa coinvolte durante la gara a cui è stato fatto dono delle magliette commemorative dell’evento.
«La manifestazione “Race For The Cure” accende i riflettori su un evento importante qual è la malattia, - ha dichiarato il Sindaco di Bari Decaro - è importante parlare di queste malattie che troppo spesso vengono vissute con vergogna dalle persone che si trovano a vivere questo disagio, vorrei portare particolare attenzione anche sulle “quote azzurre” del tumore al seno, malattia che raramente colpisce gli uomini ma con risultati talvolta più invasivi sull’apparato umano»
L’evento è patrocinato dall’associazione Susan G. Komen, organizzazione senza scopo di lucro attiva da 14 anni sul territorio italiano nella lotta contro i tumori alla mammella e nel sostegno di giornate di formazione per donne indigenti e gli specialisti del settore sanitario. La giornata vedrà la partecipazione anche quest’anno di Rosanna Banfi e Maria Grazia Cucinotta, volti noti dello star system italiano, come madrine della manifestazione. «Il primo progetto di network della Susan G. Komen è nato in Puglia - ha dichiarato Vincenzo Lattanzio, presidente del comitato Puglia per l’associazione - è importante appoggiare le battaglie di sensibilizzazione sul tumore al seno per realizzare un supporto rapido ed efficace per ogni donna, ridurre la mortalità del male tramite un aumento della consapevolezza nei soggetti malati e la conquista di un autogoverno per i fondi raccolti, spesi quasi tutti per la regione pugliese».
Durante i due giorni dedicati all’evento saranno organizzati dei laboratori educativi per i più piccoli dedicati ad attività di gioco e lettura, aree destinate alla prevenzione e al confronto con personale sanitario specializzato e una zona “rosa” dedicata alla bellezza dove si terranno lezioni di camouflage e yoga della risata. Per la terza volta affiancherà la manifestazione una doppia regata organizzata dal Circolo della Vela di Bari su due percorsi ideati per barche e piccole imbarcazioni a remi. Avrà accesso al percorso di gara (che partirà dal molo Sant’Antonio e si concluderà nei pressi della spiaggia di Pane e Pomodoro) qualsiasi tipo di chiatta, verranno riservati premi per le donne a bordo dei natanti per le mansioni e i ruoli ricoperti da loro durante il torneo.
«L’esperienza che maggiormente ricordo del mio percorso di malattia è stata la solitudine, nata dalla paura di non sapere come gestire questo problema - ha dichiarato Antonella Caroli, donna in rosa del 2015 selezionata dalla manifestazione – scegliere di farmi aiutare dai medici e dagli specialisti è stato quello che mi ha dato la forza necessaria per sconfiggere il mio male e tornare a vivere».


loading...