Domenica, 20 Ottobre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Patto per la Salute 2014-2016: 'i programmi, le azioni e le opportunità del futuro Governo regionale'

Il workshop è organizzato da Confindustria Puglia e si terrà venerdì 24 aprile

Pubblicato in Salute il 22/04/2015 da Redazione
La governance della Sanità va ripensata: da fonte di costo a investimento sociale ed economico. Anche la Puglia, come tutte le altre Regioni, è chiamata a rafforzare e affinare il Patto della Salute 2014-2016 che coinvolge i ministeri della Salute e dello Sviluppo economico.
La Puglia, prossima a un cambio di Governo, deve ripensare ai “Programmi, le azioni e le opportunità” del sistema Salute, al fine di garantire equità e universalità anche dei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA), offerti dal Sistema sanitario nazionale.

E’ il tema del workshop organizzato da Confindustria Puglia, il 24 aprile 2015: apriranno i lavori il Presidente Confindustria Puglia, Domenico Favuzzi, insieme al presidente della sezione Sanità Confindustria Puglia, Giuseppe Speziale, il presidente di Confindustria Bari-Bat, Michele Vinci, e il sindaco della Città Metropolitana di Bari , Antonio Decaro.
Ad introdurre l’accordo triennale finanziario e programmatico tra il Governo e le Regioni, di valenza triennale del Servizio Sanitario Nazionale, il Direttore del Dipartimento Emergenze e Trapianti dell’Università di Bari, Tommaso Fiore. Tra i relatori anche l’assessore al Welfare della Regione Puglia, Donato Pentassuglia.

Una giornata di lavori e dibattiti insieme ai principali protagonisti pugliesi del mondo politico regionale e nazionale, tra cui i candidati alle prossime elezioni del governo della Regione Puglia, Michele Emiliano e Francesco Schittulli, che hanno l’accolto l’invito a confrontarsi in un dibattito moderato dal giornalista del Corriere del Mezzogiorno Francesco Strippoli.
Sei tavoli di lavoro sul “Patto della Salute e i nuovi LEA”, “Sostenibilità futura del SSN e il ruolo delle Assicurazioni e Fondi integrativi”, sulla best practice dell’Emilia Romagna come “Esperienza di partnership Pubblico-Privata”. E, ancora, “La Centralizzazione nel contesto delle politiche pubbliche d’acquisto regionali”, il “Patto della Salute: volumi ed esiti. Cosa Cambia?”. Un dibattito, quest’ultimo, cui parteciperanno tre note società scientifiche. Per finire “L’impatto del nuovo Patto della Salute sul territorio pugliese”.