Sabato, 21 Settembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Lecce: due anni di attesa per una tac, i pazienti denunciano

Le forze dell'ordine hanno aperto un'indagine per individuare i responsabili del servizio diagnostico deficitario

Pubblicato in Salute il 18/05/2015 da Redazione
Liste di attesa infinite e utenti che aspettano fino a due anni per sottoporsi ad una risonanza o mammografia. Per questi motivi è scattata l’indagine delle forze dell’ordine che dovrà individuare eventuali responsabilità per un servizio diagnostico deficitario. I carabinieri hanno sentito alcuni addetti ai lavori della radiodiagnostica per inquadrare meglio la situazione. I casi più emblematici della lunga attesa riguardano due donne, affette da patologie oncologiche, che avrebbero dovuto aspettare dei mesi per sottoporsi a Tac e risonanze. In entrambi i casi è intervenuto il Tribunale per i diritti del Malato, riuscendo a far saltare le liste d’attesa alle due pazienti. “Fortunatamente – spiega il responsabile Tdm dell’ospedale ‘Fazzi’, Alessandro Finisguerra – il reparto di Radiologia si è mostrato sensibile alla problematica e si è adoperato per risolvere questi due casi che sono l’emblema dell’assenza cronica di un adeguato numero di tecnici”.
L’incapacità della Asl, di erogare le prestazioni di radiodiagnostica, nel distretto di Lecce, si spiega con il fatto che, alla carenza di tecnici, si aggiunge la circostanza che Tac e risonanze magnetiche della “Cittadella della Salute” sono ormai troppo vecchie e una delle grandi macchine è addirittura ferma da 19 mesi.
Il reparto oncologico del Fazzi di Lecce deve invece combattere contro la mancanza di personale e una domanda che arriva anche dall’esterno. Una situazione ingiustificabile, che deve cambiare.

loading...