Martedì, 18 Febbraio 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

'Dall'emergenza Zika ai parassiti della povertà': scienziati di tutto il mondo a Bari per il congresso sui parassiti

L’inaugurazione è prevista nell’Aula Magna di Palazzo Ateneo con la presenza del Magnifico Rettore , Antonio Felice Uricchio, il Presidente della Regione Michele Emiliano e il Sindaco Antonio Decaro

Pubblicato in Salute il 17/06/2016 da Redazione

Bari ospita dal 21 al 24 giugno il 29° congresso nazionale di Soipa, la Società Italiana di Parassitologia, quest’anno associato a quello dell’EVPC, l’European Veterinary Parasitology College. Al congresso partecipano scienziati provenienti da ben 3 continenti, Europa, Africa e America; in primo piano la Scienza e le ricadute dell'attività degli scienziati sulla società. A coordinare il comitato organizzatore, Domenico Otranto, professore ordinario di Parassitologia e Malattie Parassitarie, direttore del Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro e Presidente del College Europeo di Parassitologia Veterinaria.

L’inaugurazione è prevista nell’Aula Magna di Palazzo Ateneo con la presenza del Magnifico Rettore dell’Università degli Studi Di Bari Aldo Moro, Antonio Felice Uricchio, il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano e il Sindaco della Città di Bari e dell’area Metropolitana, Antonio Decaro. Il congresso SOIPA torna a Bari dopo 28 anni, a distanza di qualche mese dall’attribuzione del premio Nobel per la medicina a ricercatori che lavorano nel campo della parassitologia umana e veterinaria (William Campbell, Satoshi Ōmura e Youyou Tu) per i loro studi sul controllo della malaria e di altri parassiti. In questa edizione saranno affrontate alcune importanti tematiche riguardanti i Parassiti, la Povertà e l’impegno sociale degli Scienziati. Il programma include letture plenarie su Parassiti e povertà, parassiti e religione, la scoperta di nuove molecole in campo veterinario impiegabili anche in medicina umana, allergia e parassiti, toxoplasmosi e schizofrenia o ancilostomiasi e morbo di Chron. Circa 250 relazioni scientifiche saranno tenute da colleghi e ricercatori provenienti da tutta Europa, ma anche dagli Stati Uniti di America, dal Sud America e dall’Africa nel corso di 17 sessioni parallele. Due  le letture di apertura affidate a due ospiti di eccellenza: Luciano Canfora e Mariaelena Bottazzi.  Il Prof. Canfora, filologo, storico elzevirista del Corriere della Sera e autore di numerosi saggi storici e politici, con la sua sagacia e ironia terrà una relazione sul concetto di Parassita, causa di malattie tra i più poveri nella storia, ma anche figura retorica, nella società antica così come in quella moderna, portando esempi del mondo contemporaneo.

Mariaelena Bottazzi, vice direttore del Sabin Vaccine Institute and Texas Children's Hospital Center for Vaccine Development, di Houston, insigne scienziata ed esempio di successo tutto italiano, ai massimi livelli scientifici internazionali parlerà di Parassiti e Povertà. Durante il congresso saranno assegnate alcune borse di studio a partecipanti provenienti da Paesi in via di sviluppo.

“Il mondo contemporaneo si contraddistingue per le forti, contraddittorie e allarmanti disparità sociali che si ripercuotono sul diritto alla salute di tutti i cittadini. I parassitologi giocano un ruolo fondamentale per il contesto in cui lavorano e per l’impatto della loro ricerca sul controllo dei parassiti di interesse umano e veterinario. Un impegno per migliorare la condizione di tutti gli animali e dell’uomo, a livello globale e locale, senza differenze!” - spiega il Prof. Otranto - “Le malattie parassitarie rappresentano ancora un flagello per i Paesi in via di sviluppo, dell’emisfero meridionale, così come per quelli industrializzati dell’emisfero nord. E questo non solo per i fenomeni migratori di profughi che si spostano sotto la spinta delle precarie condizioni socioeconomiche, dei conflitti e dell’instabilità politica, ma anche per la crisi globale e per le politiche di Sanità Pubblica nei paesi sviluppati. E’ noto che le malattie parassitarie influenzino lo sviluppo fisico e cognitivo dei bambini, gli esiti della gravidanza e la produttività dei lavoratori, intrappolando i poveri in un circolo vizioso della povertà, dal quale è difficile uscire in mancanza di una politica di Welfare sociale”.

Tra le malattie parassitarie, quelle trasmesse da vettore sono responsabili, a livello globale, di oltre un milione di morti l’anno. La malaria, malattia tra le più conosciute e contro la quale enormi sforzi economici e politici sono stati messi in atto, è tuttora causa di più di 600.000 morti all’anno, la maggior parte bambini al disotto dei 5 anni. Il virus Zika, trasmesso da Aedes aegypti (una specie di zanzara) dal maggio del 2015 è stato introdotto in Brasile dall’Uganda e Tanzanìa assumendo in pochi mesi carattere epidemico con 1.5 milioni di persone infette e circa 3.500 casi di microcefalia attribuita all’infezione nei soli ultimi 4 mesi in Brasile. Dal Brasile Zika si è rapidamente espanso al resto delle nazioni sud-americane e, nel febbraio di quest’anno, la World Health Organization ha dichiarato lo stato di emergenza prevedendo che l’infezione si espanderà in tutti gli stati Uniti di America, con poche eccezioni. Questi alcuni dei temi che saranno al centro del congresso.

Oltre all’indubbio valore strettamente scientifico il congresso SOIPA sarà un evento smart, sostenibile a livello sociale e ambientale, ovvero terrà conto il più possibile dell'impatto ambientale e sociale dell'evento sulla città di Bari. Organizzato da Meeting Planner, l’azienda capitanata da Maddalena Milone, sarà un evento green, il primo a Bari, in quanto aderisce al progetto Food for Good (progetto di Federcongressi e Fondazione Banco Alimentare Onlus). Il cibo in eccesso durante il congresso sarà distribuito attraverso Avanzi Popolo - Onlus locale - a favore dell'Istituto Figlie di Maria Ausiliatrice e del dormitorio don Vito Diana. Inoltre  durante il congresso saranno valorizzate le eccellenze gastronomiche locali e a KM0, rigorosamente “no meat” e a favore del pesce pugliese; la cena del 22 giugno sarà allestita nel colonnato della Provincia con banchetti sui quali saranno presenti prodotti tipici locali delle regioni italiane. I partecipanti al congresso provenienti dalle regioni italiane porteranno prodotti tipici del loro territorio per la condivisione delle eccellenze gastronomiche.

Numerosi gli eventi sociali del congresso come lo spettacolo dei Neri per caso, i sei artisti noti per il loro tipo di canto a cappella e che, in queste settimane, hanno lanciato il loro ultimo album per festeggiare i loro primi 20 anni di successi. Infine, per prendersi cura del benessere dei partecipanti, è stata organizzata all’alba del 23 giugno la “Parasirunning”, una corsa mattutina dedicata ai congressisti.