Mercoledì, 1 Aprile 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Influenza e raffreddore: come evitarli

I malanni stagionali più temuti. Ecco le cause e i rimedi.

Pubblicato in Salute il 08/01/2014 da Redazione
Dicembre, Gennaio e Febbraio sono i mesi più freddi dell'anno, quelli che favoriscono la proliferazione di alcuni virus come l'influenza o il raffreddore. Le categorie più colpite sono ovviamente quelle ritenute a rischio: anziani, malati cronici, donne in gravidanza, personale sanitario. Secondo le dicerie popolari, si può cercare di evitare i suddetti virus, coprendosi bene prima di uscire o negando contatti con le persone già contagiate. Questi accorgimenti in parte sono utili, ma la verità è che tutto dipende dal nostro organismo e dalle difese immunitarie di ognuno. Ogni anno, a metà Gennaio, si registra il picco delle persone ammalate. Le cause principali sarebbero i bruschi sbalzi termici da un ambiente all'altro, in quanto la circolazione sanguigna necessita di tempo per correre ai ripari, aumentando i battiti cardiaci, così da fornire al nostro corpo la quantità di calore necessaria a far fronte alla maggiore dispersione di calore corporeo in ambiente più freddo.
Per questo motivo andrebbero evitate tutte quelle situazioni in cui ci si accorge di avvertire freddo, soprattutto in zone delicate come gola e torace. Per prevenire i malanni stagionali è importante anche curare l'alimentazione. Infatti è necessario evitare dei pasti molto pesanti, perché affaticherebbero l'organismo, bere molta acqua per evitare la secchezza delle vie respiratorie, mangiare agrumi perché ricchi di vitamina C che aiuta a prevenire il contagio, evitare l'alcool perché disidrata le mucose e appesantisce il lavoro del fegato. Utile sarebbe anche l'assunzione, attraverso acqua e alimenti, di zinco, un minerale che contiene circa 200 enzimi che rendono più efficiente il sistema immunitario.