Giovedì, 5 Dicembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Al Di Venere di Bari straordinario intervento di 'endoprotesi aortica fenestrata' (VIDEO)

Ad eseguirlo il Dott. Giuseppe Natalicchio. Il reparto è ormai di riferimento per il Sud Italia

Pubblicato in Salute il 06/06/2014 da Costanza Carrieri
Il signor Antonio sta bene. Il decorso post operatorio dell’intervento di “endo-protesi fenestrata” a cui è stato sottoposto poche ore fa nell’Ospedale Divenere di Bari, è più che soddisfacente e domani potrebbe tornare a casa, a Matera.
L’intervento, eseguito dal Dott. Giuseppe Natalicchio Direttore facente funzioni del Reparto di Chirurgia vascolare dell’ospedale barese, è perfettamente riuscito. “Ieri abbiamo impiantato una endo-protesi aortica fenestrata con ricostruzione di due arterie renali – ci dice il Dott. Natalicchio - una di quelle procedure ad alta complessità su cui negli ultimi tre anni abbiamo lavorato molto e che costituiscono ormai un riferimento importante anche per i pazienti che arrivano da fuori regione come il signor Antonio”. Infatti al Divenere la casistica è di tutto rispetto se si confrontano i risultati ottenuti negli ultimi tre anni appunto, con quelli registrati negli ultimi 5 anni in tutta la Puglia e nel resto del Sud.
Al Divenere gli interventi eseguiti sono due e si è in procinto di effettuare nelle prossime settimane un terzo senza mezzo di contrasto. Praticamente lo stesso risultato raggiunto nell’intero territorio pugliese dal 2009 ad oggi.
“Sono sollevato e fiducioso – ha aggiunto Antonio – sapevo che questo centro era il migliore del Sud, e con il Dottore mi sento in buone mani. Di tornare a casa non ho fretta”.
Il paziente, di 70 anni con un by pass aorto coronarico, portatore di stents coronarici e bronchitico cronico, non poteva sottoporsi ad un intervento a “cielo aperto” perché avrebbe richiesto l’apertura del torace e dell’addome per la ricostruzione dell’arterie renali oltre che dell’aorta. Si è operato invece attraverso due piccole incisioni all’inguini lavorando internamente per impiantare una endo-protesi all’interno dell’aorta e due endo-protesi all’interno delle arterie renali. Il paziente non poteva andare terapia intensiva e neppure essere intubato.
La metodica praticata dal Dott. Natalicchio nel Nord Italia è considerata di routine, al Sud rientra invece negli interventi straordinari. Di sicuro il Divenere, con il trend in crescita della sua casistica, ha tutti i numeri per consolidare il ruolo di centro di riferimento per la Chirurgia Vascolare da Roma in giù. La conferma anche nelle parole del Dott. Natalicchio che abbiamo intervistato. (Guarda il video)