Martedì, 19 Ottobre 2021 - Ore
Facciamo Notizie

Il sogno magico (FOTOGALLERY)

La prima fiaba presentata da #mammalù

Pubblicato in Salute il 02/06/2014 da #mammalù
Scende la notte e i bambini sono accarezzati dal sonno in modo diverso. Il buio, paure e attese, palpiti e segreti, misteri, draghi e principi sono lì che aspettano di essere inventati. In questa storia, le dieci parole con l'asterisco ci conducono alla danza di ogni asana, il bambino, la montagna, simbolo di forza e punto di energia tra la terra e il cielo, la magnificenza della forza che resiste alle intemperie. E poi, farfalle e fiori, pioggia e pesciolini, nuvole e lumache.
Provate a comporre per il vostro piccolo ognuna delle dieci asana, per lui e con lui, e se vi piacciono, e il pargolo si diverte, provate ancora. E' divertente e se il gioco della notte prima di dormire viene evocato al mattino, allora non c'è scampo. E' un yogino nato.Il sogno magico è anche ospitato in una raccolta di prossima pubblicazione in libreria, scritto dai maestri di Anna e di cui avremo presto notizia
: http://www.yogaperbambini.it.
#mammalù



IL SOGNO MAGICO

C’era una volta un *bambino
di nome
Cesarino.
Mentre dormiva nel suo lettino
sognò di essere con una *pesciolina
di nome
Iurina.
I due piccolini diventarono amicini,
carini carini.
Un giorno cadde tanta *pioggerellina e i due amicini così
carini carini
non potettero giocare.
Ma l’acqua che cadde dalla *nuvolina era magichina e…PUF!
in men che non si dica
ECCO un bel *sole
così caldo…caldo
che riscaldò tanto tanto i loro cuoricini.
E così Iurina si trasformò in una bambina, e con le sue gambine emerse dal mare.
E, in una mano,
una *lumachina.
Per primo la piccolina cominciò a annusare
PFIU PFIU *TANTI *fiorellini nel campo dopo la spiaggia, ma così
carini carini e…
PUF! comparve una *farfallina.
Così la giornata diventò così bellina bellina
che nel cielo ad un tratto comparve l’*arcobaleno,
rosso, arancione, giallo, verde, indaco e violetto,
OPS! Dimenticavo il BLU
ecco un grande *albero venire su.
Nel frattempo Cesarino si svegliò
e accanto a lui vide una bambina.
Era la sua Iurina?
La guardò negli occhi,
e subito la riconobbe. Era Iurina.
E così, i due amici
carini carini
si presero per mano-mano-mani- manine
e
s’avviarono verso l’orizzonte di tutti i colori,
e lì, in fondo,
una *montagnina
forte, sicura, sorridente e bellina.


Baba Nam Kevalam


*Le asana precedute da questo asterisco sono rappresentate dai disegni di Teto

loading...