Venerdì, 22 Novembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Il Comune di Lecce si prepara a pagare 730mila euro di Iva evasa

La somma da versare si riferisce all'appalto del filobus. Si attende la decisione della Commissione Tributaria

Pubblicato in Politica il 23/10/2013 da Admin

Il Comune di Lecce si prepara a pagare 730mila euro di Iva non pagata per il filobus. Non c’è ancora la decisione della Commissione Tributaria sul ricorso partito da Palazzo Carafa, e la Giunta ha provveduto a ridefinire, «in via cautelativa» il quadro economico dell’appalto del filobus, inserendo l’importo dell’Iva non versata sulle fatture Van Hool e VosslohKiepe.

Era stata l’Agenzia delle Entrate, con tre avvisi di accertamento relativi agli anni 2005, 2006, 2007 e 2008, a contestare all’amministrazione comunale il mancato versamento dell’Iva sulle fatture emesse dalle due ditte fornitrici del materiale rotabile, con l’addebito di sanzioni e interessi di mora.

Contro gli accertamenti, il Municipio ha presentato ricorso alla Commissione Tributaria. Quest’ultima ha sospeso l’efficacia esecutiva degli accertamenti, riservandosi la decisione nel merito.

Da qui l’opportunità, per l’Esecutivo cittadino, di garantire, in via cautelativa, l’integrale copertura finanziaria dell’intero importo dovuto per l’iva, nel caso di esito sfavorevole all’amministrazione comunale del contenzioso.