Sabato, 23 Novembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Emiliano e Renzi insieme pensando al Sud

Sancita alla Leopolda una forte alleanza tra i due cittadini. Ai tavoli si sta organizzando una grande convention sul Sud da tenersi all'Ilva di Taranto

Pubblicato in Politica il 26/10/2013 da Costanza Carrieri

Matteo Renzi ha scelto Michele Emiliano per coordinare uno dei tavoli della  Leopolda 2013, la convention annuale dei renziani organizzata nell’ex stazione di Firenze: quello su sicurezza e legalità.

La sua partecipazione, è sì un modo per consolidare un rapporto ormai rodato, ma anche per guardare al futuro di una parte Pd che si sta cercando in un “verso” nuovo.

Il primo cittadino di Firenze, in corsa per la segreteria nazionale del partito, ha accolto favorevolmente la presenza e la disponibilità del suo omologo barese e nella serata inaugurale della convention lo ha presentato in grande stile agli intervenuti: “Michele Emiliano è una persona vera. Chiude l’esperienza da sindaco di Bari dove ha fatto per dieci anni un ottimo lavoro, oggettivamente. E ha voluto condividere con me anche le formative esperienze che ha vissuto da magistrato. Sono particolarmente fiero e felice che sia qua”.

La benedizione pubblica del nuovo probabile segretario del partito, non è roba da poco per il futuro politico di Emiliano che termina il suo secondo mandato proprio quest’anno. Si parla già di un ruolo di governo in caso di elezioni anticipate, ma anche di una candidatura al parlamento europeo ben sostenuta dal sindaco di Firenze, in attesa che si liberi nel 2015 il posto di governatore della Puglia.

“Mi rendo conto che qui sono uno dei sindaci più anziani, con più esperienza – dice Emiliano ai renziani  -  E qui, in questo grande contesto sociale, posso finalmente esprimere i valori di giustizia, merito, uguaglianza, che semplificando chiamo i valori della sinistra. Qui mi sento finalmente libero di parlare come uomo di sinistra». E, senza esitazione, continua il suo discorso parlando di "rispetto", di "valori" e di "larghe intese" che tradiscono. E' un trionfo.

Come si sa, alla Leopolda i tavoli allestiti per l’occasione, sono in tutto cento e Michele Emiliano non è l’unico pugliese tra i coordinatori, c’è anche Antonio Decaro che si occupa di mobilità sostenibile. Tutti gli altri partecipano a rivitalizzare la discussione dal basso, da Michele Pelillo a Fabrizio Ferrante, da Rocco De Franchi a Alberto Losacco e Paolo Foresio.

Chi si occupa del Sud invece, è un parlamentare campano, Luigi Famiglietti supportato dall’economista barese Antonio Troisi. Sta lavorando anche per organizzare una grande convention sul Sud da tenersi all’Ilva di Taranto.