Martedì, 18 Febbraio 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Schittulli pronto per le primarie

Convention per uno dei candidati presidenti alla Regione Puglia

Pubblicato in Politica il 25/10/2014 da Redazione
Il suo impegno per la corsa alle regionali, lo aveva già dato alcuni giorni fa. Ora per Francesco Schttulli è il momento di cominciare a snocciolare i punti programmatici, delineare un percorso politico.
Il presidente della Provincia di Bari lo ha fatto davanti ad un pubblico numeroso accorso in un cinema del capoluogo.
Schittulli sarà in corsa, ma con chi? Con il centrodestra? (quando la coalizione avrà finalmente deciso come muoversi); Con un terzo polo centrista? Domande alle quali i partiti potranno rispondere solo nelle prossime settimane.
Schittulli, intanto, apre simultaneamente al centrodestra e "a tutti i moderati di centro che vogliono un nuovo inizio alla regione Puglia".
Mette in chiaro a chi chiede le primarie nel centrodestra (Nino Marmo del Pdl si è già candidato) che lui è stato il primo a volerle. "Se si faranno, bene", ha risposto l'oncologo.
Lunedì forse se ne saprà di più, quando le segreterie politiche dei partiti di centrodestra dovranno dire una parola chiara sulle primarie.
Salute, turismo, occupazione, agricoltura e piccole medie imprese. Alcuni dei punti sui quali Francesco Schittulli si è soffermato nella convention. Il suo sarà un programma scritto a più mani con la gente.
Schittulli si è detto preoccupato per le condizioni economiche della Puglia ("ogni giorno si perdono 137 posti di lavoro"), che vede chiudere piccole imprese del commercio e dell'artigianato.
Ma è la sanità il punto centrale del suo intervento. Schittulli accusa la giunta Vendola "di aver chiuso 20 ospedali e di aver speso inutilmente milioni di euro".
Quindi le proposte: "Con me ci saranno più ambulatori per la prevenzione perché bisogna investire in prevenzione e non in malattia", ha detto.
Schittulli si immagina sullo scranno del palazzo del lungomare barese e promette: "Quando andrò alla Regione Puglia non ci sarà burocrazia per la sanità".