Domenica, 5 Luglio 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Regionali, primo confronto pubblico tra i candidati

Ilva, sanità ed economia gli argomenti più trattati. Assente la candidata di Forza Italia e Lega Nord, Adriana Poli Bortone

Pubblicato in Politica il 24/04/2015 da Redazione
Foto di Roberto Sibilano
È andato in scena ieri sera il primo confronto tra i candidati alla presidenza della Regione Puglia. Michele Emilano, candidato di centrosinistra, Francesco Schittulli, candidato di centrodestra, Antonella Laricchia, del Movimento 5 Stelle, Riccardo Rossi, Altra Puglia e Michele Rizzi, Alternativa Comunista, hanno discusso sui temi più caldi che affliggono la regione. Per Laricchia “il reddito di cittadinanza potrà far ripartire l’economia”, così come “la green economy”. Riguardo la sanità, Schittulli ha dichiarato che “le liste d’attesa saranno tagliate, così come i ticket e superticket per chi ha un reddito inferiore ai 24mila euro”. Michele Emiliano si è espresso sulla questione Ilva: “chiudere quella fabbrica avrebbe per la Puglia lo stesso impatto del terremoto per l'Aquila. E il fatto che continui a produrre ammazzando la gente, pure. Purtroppo è un 'cul de sac' in cui ci siamo infilati. E anche la Regione ha qualche responsabilità sul non essere riuscita a costringere la fabbrica a produrre in modo ambientalmente rispettoso, ammesso che sia possibile”. Di parere contrario Antonella Laricchia, che vede la chiusura dello stabilimento come unica soluzione: “Taranto è archeologia, mare e architettura. Non capisco cosa stiamo aspettando”. Anche Schittulli è intervenuto sull’argomento: “prima di parlare d’altro occorre capire che fine fanno i quattordicimila dipendenti, e farci carico di offrire loro un altro lavoro".