Domenica, 21 Luglio 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Loizzo: “Subito le riforme di Statuto e legge elettorale”

L’esponente Pd eletto presidente del consiglio. I Cinque stelle a bocca asciutta

Pubblicato in Politica il 22/07/2015 da Gian Vito Cafaro

Sessantaquattro anni. Politico di lungo corso di Sannicandro di Bari. Una vita spesa tra l’impegno sindacale (è stato nella Cgil) e l’impegno politico in Regione Puglia, Mario Loizzo è il presidente dell’assemblea della decima legislatura in via Capruzzi.
Loizzo, come abbiamo già detto, ha ottenuto 31 voti, ricevendo anche il sì di Nino Marmo (Forza Italia) che prima della chiama, ha espresso parole di apprezzamento per il collega nonostante tra i due ci sia una distanza politica netta.
A proporre Loizzo all’aula è stato il neo capogruppo Pd Michele Mazzarano ("Loizzo uomo dalla tempra forte"). Astensione per i gruppi di Area Popolare-Lista Schittulli, Oltre Con Fitto e gli altri consiglieri di Forza Italia.
Il Movimento 5 Stelle, a più riprese, ha provato ad eleggere Antonella Laricchia nell’ufficio di presidenza ma senza riuscirci. Due voti in più rispetto ai programmi, sono arrivati durante lo spoglio per l’elezione dello scranno più importante di via Capruzzi.
Qualche crepa, invece, per la maggioranza durante l’elezione del vicepresidente Giuseppe Longo e per il segretario Giuseppe Turco. Da notare che per quanto riguarda l'altro vicepresidente dell'assemblea, Giandiego Gatta, quest'ultimo, stando ad un accordo tra Forza Italia e Oltre con Fitto, lascerà la sedia a metà legislatura ad Erio Congedo che, nel frattempo presiederà la commissione Affari Istituzionali. Gatta, a sua volta, prenderà il posto di Congedo.
Il discorso di Loizzo

“La Puglia è assediata da problemi giganteschi. Tutti gli sforzi vadano verso il bene comune attraverso un confronto serio e proficuo”, ha detto Loizzo.
Quanto al lavoro di tutto il Consiglio, il presidente si è rivolto a chi diffida del dialogo tra i partiti: “Chi pensa che la concertazione sia sinonimo di consociativismo sbaglia”, ha spiegato Mario Loizzo.
L’esponente Pd ha invitato l’assemblea a procedere con la revisione dello Statuto, del regolamento interno e della legge elettorale per mettere fine al problema della parità di genere.
Da Loizzo, infine, un pensiero ai due marò pugliesi la cui vicenda internazionale giudiziaria in India non ha ancora trovato una soluzione.



loading...