Domenica, 25 Ottobre 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Piste ciclabili a Bari: blitz dei ciclisti alla conferenza stampa di Olivieri

Decaro risponde agli attacchi del Presidente di Realtà Italia su Facebook

Pubblicato in Politica il 22/02/2014 da Ferretti
“Queste piste ciclabili, così come sono state realizzate, sono un fallimento di questa amministrazione. Sono pericolose, non servono ai ciclisti perché frammentate e non collegate, ostacolano la circolazione delle auto e degli autobus che sono costretti a fermarsi per strada per far scendere i passeggeri, creano disagi ai residenti perché tolgono posti per parcheggiare”. Lo ha detto Giacomo Olivieri candidato sindaco di Bari e Presidente di Realtà Italia alla conferenza stampa di questa mattina all’incrocio tra corso Mazzini, corso della Carboneria e via Brigata Regina.
La conferenza stampa ha avuto però un fuori programma: la presenza di alcuni ciclisti aderenti alle associazioni Ciclospazio e IX Maggio che, senza mezzi termini, hanno detto al candidato di "non aver bisogno di riserve indiane" e di non condividere alcune sue affermazioni fatte in passato sulla volontà dei baresi di "non rinunciare mai alla macchina e di essere contrari alla logica che sottrae posteggi nel nome di una mobilità ciclistica fatta di pezzettini di piste". Il botta e risposta è durato una mezzoretta ed alla fine i ciclisti indispettiti hanno srotolato un lungo striscione con su scritto "Noi non ci sentiamo sicuri".
Durante l’incontro si è poi parlato delle altre piste: quella sul lungomare Vittorio Veneto, i cui lavori sono stati bloccati dalla Sovrintendenza, quelli interminabili di via Caldarola a Japigia e quella di Viale Unità d’Italia inaugurata appena 5 anni fa e già deteriorata. Secondo Olivieri: “Realizzando le piste in questo modo, non si incentiva l’uso della bici, ma si spreca solo denaro pubblico". 
Non si è fatta attendere la risposta social del candidato Antonio Decaro: "Io parlerò con Giacomo Olivieri di piste ciclabili quando parcheggerà il suo Porshe Cayenne (preferibilmente non in divieto di sosta), prenderà una bici e verrà insieme a noi a farsi un giro per Bari."