Lunedì, 23 Settembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

"Non perdere la faccia", campagna contro il voto di scambio (VIDEO)

L'iniziativa e dei giovani del Movimento Politico Schittulli

Pubblicato in Politica il 21/05/2014 da Redazione
Giovani privi di identità politica che in mancanza di ideologie e valori, accettano la banconota da 50 euro gentilmente donata dai candidati alle elezioni pensando di averci ricavato qualcosa, salvo poi, rendersi conto di aver votato, appunto, una persona che una volta eletto farà le proprie scelte secondo i propri interessi. È questo, purtroppo, il fenomeno che prende forma nel periodo delle elezioni, stanchi di ogni genere di corruzione, i Giovani del Movimento Politico Schittulli hanno deciso di dare il via ad una vera e propria campagna di sensibilizzazione affinchè il fenomeno venga arginato e i giovani vittime di questi avvicinamenti possano comprendere che votare è un loro diritto.
Filippo Campobasso e Katiana Rescina, hanno voluto raccontare in un video-progetto di sensibilizzazione contro il voto di scambio. “Una pratica purtroppo ancora oggi molto diffusa, specie in questi ultimi giorni di campagna elettorale - spiega la coordinatrice provinciale dei Giovani del Mps, Rescina –, noi giovani del Movimento Schittulli, con questo video, abbiamo voluto denunciare in modo ironico quella che è una vera e propria offesa al senso civico e alla dignità della persona, con lo scopo di invitare i nostri coetanei a non farsi comprare dal politico-suino che una volta eletto comincerà a vessarli con tasse e balzelli e ad amministrare pensando più ai propri interessi che a quelli dei cittadini”. “Insomma è chiaro che chiunque tenti di comprare il voto di qualcuno, non lo fa mai certamente per fini solidaristici – continua Rescina – noi giovani siamo, purtroppo, i primi ad essere avvicinati da questi politicanti che attraverso favori di diverso tipo tentano di comprare il consenso. Il nostro appello è forte e chiaro, è inutile abbandonarsi al sentimento dell'antipolitica e della sfiducia, vendere il proprio voto non è la soluzione; il diritto di scegliere liberamente e senza condizionamenti è sacrosanto!”.


loading...