Sabato, 19 Ottobre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Regionali, centrodestra: Giorgia Meloni propone primarie 'last minute' in Puglia

Fitto e Schittulli favorevoli, 'no' secco di Poli Bortone e Vitali

Pubblicato in Politica il 21/04/2015 da Redazione
Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, ha proposto delle primarie ‘last minute’ nel centrodestra per “far scegliere gli elettori” il candidato del centrodestra in Puglia. Ormai la battaglia tra Adriana Poli Bortone, candidata di Forza Italia e Lega Nord, e Francesco Schittulli, appoggiato da Fitto, Ncd, Area Popolare e Fratelli d’Italia, non accenna a placarsi. La proposta della Meloni potrebbe riordinare le file del partito e partorire un candidato unico che possa mettere in difficoltà Michele Emiliano. Le risposte non si sono fatte attendere: “la proposta di Giorgia Meloni – fa sapere l’eurodeputato Raffaele Fitto – mi vede assolutamente favorevole, anzi entusiasta. È sempre giusto dare la parola ai cittadini, gli unici davanti ai quali ci si debba inchinare. Si tengano domenica 26 elezioni primarie tra i due candidati e poi tutte le liste vadano a sostegno del vincitore. Sul piano della sicurezza del voto, il voto deve essere aperto solo a chi è iscritto nelle liste elettorali. Chi dovesse dire no si assumerebbe la responsabilità di un regalo alla sinistra". Anche Francesco Schittulli, diretto interessato della proposta, ha commentato la proposta: “per il bene della Puglia e dei pugliesi e perché il centrodestra possa ritrovare quell’unità, vera condizione per una vittoria sicura sul centrosinistra, ritengo assolutamente condivisibile la proposta che ora è stata fatta dall’on. Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia”, fa sapere l’oncologo barese. “Meglio Primarie last minute che facciano decidere ai nostri elettori quale fra i due candidati presidenti sia colui al quale affidare il compito di guidare la coalizione di centrodestra, piuttosto che continuare in questo clima di litigiosità all’interno dello stesso schieramento che favorisce solo ed esclusivamente la sinistra. Io posso assicurare fin d’ora che accetterò l’esito qualunque esso sia”, ha concluso Schittulli.  Adriana Poli Bortone risponde con un secco ‘no’ a Giorgia Meloni, definendo le primarie “un’idiozia”. “Di solito – ha detto l’ex sindaco di Lecce – a scegliere di fare le primarie è un’alleanza di partiti, in questo caso, abbiamo stabilito quali sono i partiti che le vogliono fare? Se io dicessi sì, su cosa dovremmo confrontarci io e il professor Schittulli? Non si può parlare di queste idiozie - ha concluso - perchè la gente ha problemi ben più gravi e seri, e di questo dobbiamo occuparci". Sulla stessa linea d’onda anche il commissario di Forza Italia, Luigi Vitali: “Non ci sono né le condizioni né i tempi per fare le primarie. Le primarie sono impossibili perché c'è un ostacolo insuperabile: Francesco Schittulli non potrà mai essere il nostro candidato perché ha cacciato Forza Italia dalla coalizione di centrodestra. L'unica che può ricompattare la coalizione è Adriana Poli Bortone e invito tutti i partiti e i movimento politici di centrodestra a convergere su di lei".