Lunedì, 23 Settembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Crisi di governo, il premier Conte rassegna le dimissioni: 'Scelte di Salvini rilevano scarsa sensibilità istituzionale'

Alla fine del dibattito il presidente del Consiglio incontrerà il capo di Stato Sergio Mattarella

Pubblicato in Politica il 20/08/2019 da Redazione

Si è concluso poco fa l’intervento del premier Giuseppe Conte al Senato. Il presidente del Consiglio, dopo aver criticato duramente la scelta del ministro dell’Interno Matteo Salvini, ha comunicato che alla fine del dibattito si recherà dal presidente della Repubblica per rassegnare le proprie dimissioni.

"Aprire la crisi in pieno agosto per un'esperienza di governo giudicata limitativa da chi ha rivendicato pieni poteri - ha detto il premier nel suo intervento in Senato - e la scelta di rinviare fino ad oggi la decisione presa da tempo è un gesto di imprudenza istituzionale irriguardoso per il Parlamento e portando il paese in un vorticosa spirale di incertezza politica e finanziaria". 

"Le scelte compiute in questi giorni dal ministro dell'Interno rilevano scarsa sensibilità istituzionale e grave carenza di cultura costituzionale". 

"Non abbiamo bisogno di persone e uomini con pieni poteri, ma che abbiano cultura istituzionale e senso di responsabilità". "Le crisi di governo, nel nostro ordinamento, non si affrontano e regolano nelle piazze - ha spiegato - ma nel Parlamento. In secondo luogo, il principio dei pesi e contrappesi è fondamentale perché sia garantito l'equilibrio del nostro sistema e siano precluse vie autoritarie".

"In coincidenza dei più importanti Consigli europei non sei riuscito a contenere la foga comunicativa creando un controcanto politico che ha generato confusione".   

 



loading...