Lunedì, 10 Agosto 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Con il Panificio Politico da Bari parlano i nuovi comunicatori

Una raccolta di storie semiserie che narrano il modo in cui la politica comunica

Pubblicato in Politica il 20/06/2014 da Redazione
Da un'idea di Serena Fortunato (Agenzia Moscabianca) nasce il Panificio Politico. Appuntamento con il primo aperitivo il 28 giugno a Bari nel Bar Frulez per racconti e aneddoti divertenti di comunicatori e giornalisti che rappresentano modi di lavorare diversi in uno stesso ambito. Una raccolta di storie semiserie che narrano il modo in cui la politica comunica – o prova a farlo – se stessa. Un percorso tra situazioni, fatti, ciak, post che per l’occasione saranno sfornati insieme ad una buona dose di considerazioni teoriche.
“Dopo alcuni scambi di idee, abbiamo capito di avere troppa massa – spiega Serena Fortunato - Non potevamo lasciarla così, inutilizzata. Siamo baresi puri, dall’infornata facile. Ci saremmo ritrovati con le mani sporche di farina e l’acquolina in bocca. E invece siamo qui a offrirvi le nostre pagnotte politiche”.
Per il primo appuntamento gli ospiti:Serena Fortunato – Giornalista, blogger, consulente (Agenzia Moscabianca) " Spazzole, trucchi e fotoritocco. Ma noi di politico che cosa dobbiamo dire?”;
Dino Amenduni – Giornalista, Responsabile nuovi media, consulente (Agenzia Proforma)
“Voglio mille fan su Facebook. Ma cosa dobbiamo dire? Ehm…”;
Claudio Mineccia ed Enrico Olivieri – Due creativi sull’orlo di una crisi politica (Art Director e Copy Writer - Agenzia Moscabianca);
Felice Blasi – Un matrimonio di convenienza (Presidente CORECOM Puglia);
Modera: Michele Mennuti, Rappresentante degli studenti Università degli Studi di Bari
L'idea - Si tratta di un primo incontro per studenti, curiosi e appassionati, con alcuni protagonisti del settore, reduci da esperienze diverse ma complementari e impegnati in campagne per partiti italiani, candidati nazionali e locali. Un’occasione aperta a nuovi interventi, suggestioni e idee in linea con un approccio professionale ma leggero. L’obiettivo è quello di trasferire alla platea il mondo affascinante - a volte simpatico a volte grottesco - della comunicazione politica (e dunque della politica), partendo da alcuni dettagli fino a generare un approccio teorico. Affinchè Bari diventi anche un luogo di discussione costruttiva su una delle sue specializzazioni.