Sabato, 7 Dicembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari: Antonio Decaro è il secondo sindaco più amato d'Italia

Il primo cittadino barese si piazza al secondo posto con il 64% delle preferenze, preceduto dal toscano Dario Nardella

Pubblicato in Politica il 20/04/2015 da Redazione
Antonio Decaro dovrà accontentarsi della medaglia d’argento nella speciale classifica dei primi cittadini più apprezzati nel 2015: al primo posto si piazza il sindaco di Firenze, Dario Nardella, col 65% dei consensi. Il primo cittadino barese raccoglie invece il 64% delle preferenze."Sono contento di questo risultato ma sono ancora più contento del fatto che i baresi abbiano confermato nel sondaggio quello che viviamo insieme ogni giorno" ha dichiarato Decaro.  " Io in questi mesi- continua il primo cittadino barese- ho preso delle decisioni, forse non perfette, ma quando si tratta di trovare una soluzione ai problemi concreti e quotidiani dei cittadini, credo per un sindaco sia meglio prendere decisioni imperfette che attardarsi nella continua ricerca di decisioni perfette che forse non si realizzeranno mai. Questo è un risultato che non posso che dedicare ai baresi", ha concluso Decaro.  Gli indici di gradimento sono stati calcolati dall’Istituto Ipr Marketing e pubblicati oggi sul ‘Sole 24 ore’. I sindaci più amati d’Italia sono i più giovani, quelli “più capaci di rispondere all’esigenza di rinnovamento che attraversa il Paese, ad irrompere sulla scena politica con tutta la forza di uno stile nuove, e di entusiasmo giovanile”, dichiarano i ricercatori. A seguire ci sono il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, con il 63%, mentre Piero Fassino (60,5%) col suo settimo posto è il primo sindaco delle grandi aree metropolitane. Secondo gli esperti l’ondata dei sindaci dell’era renziana “sembra aver offuscato le ambizioni degli eletti che caratterizzarono le speranze politiche solo qualche anno fa”. Tra questi spiccano le flessioni del sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, al 67esimo posto e di Marco Doria, primo cittadino di Genova che perde l’8% delle preferenze.