Sabato, 19 Settembre 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Primarie PD, per Sannicandro è una questione di "semplicittà"

Intorno al numero 8 il senso della sua campagna elettorale

Pubblicato in Politica il 16/02/2014 da Redazione
La sintesi è in una sola parola: “Semplicittà”, un gioco che racchiude l’idea della Bari del futuro. E’ quello che Elio Sannicandro, candidato alle Primarie del centrosinistra del prossimo 23 febbraio, ha spiegato ad una folta platea di sostenitori al PalaMartino di Bari. E lo ha spiegato girando intorno ad un numero: l’otto.
Una scelta non casuale: 8 è il giorno di San Nicola, 8 sono i temi del programma, 8 le voci chiamate al confronto.
Otto sono anche le domande, che sono servite a spiegare le idee ma anche a individuare le criticità da affrontare per rendere Bari una città moderna, competitiva ed efficiente. Una città in grado di affascinare e di potersi giocare al meglio le sue enormi potenzialità. “Interrogato” dal giornalista Lino Patruno, il talk show di Elio Sannicandro è proseguito tra colori e sorprese. Come quella dei giovani che hanno conquistato i presenti con l’esibizione di parkour, una disciplina sportiva metropolitana che consente di superare ogni ostacolo adattando il proprio corpo all’ambiente circostante, e la performance degli skater, i “surfisti urbani”: ovvero come “sposare” urbanistica e sport, le due materie di cui Sannicandro si è occupato da assessore negli ultimi cinque anni.
In chiusura Patruno ha chiesto sinteticamente i “perché” della candidatura: “Perché in questi anni ho avviato un mare di progetti – ha risposto Sannicandro – gran parte dei quali realizzati e altri ancora in itinere: vorrei portare a termine il mio lavoro”.