Sabato, 21 Settembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

La ricetta di Emiliano: dialogo con tutti, anche con Grillo

Il neosegretario del Pd in Puglia ai Cinquestelle: "Ragioniamo sulla legge elettorale pugliese"

Pubblicato in Politica il 16/02/2014 da Gian Vito Cafaro
Michele Emiliano si riprende il partito che non aveva mai perso. Torna ad essere segretario pugliese del Pd per l'acclamazione che il congresso regionale gli attribuisce, succedendo a Sergio Blasi. Tutte le aree dei democratici votano per il sindaco di Bari che, a sua volta, ricambia con messaggi di distensione: "Vi garantisco - dice - che l'elemento fondamentale del nostro partito sarà quella della condivisione. Dobbiamo ripartire dai circoli".
Le correnti, secondo l'Emiliano pensiero, dovranno essere quasi bandite. "Vi prego quando verrò nei comuni non fatemi fare tre riunioni diverse del partito".
Il neo segretario del Pd (Emiliano lo è già stato nel 2007 al momento della fondazione) si fa carico non solo di mettere ordine tra i suoi, ma di fare breccia nei cuori degli altri. Sinistra ecologia e libertà e Movimento cinque stelle, ad esempio.
A Vendola dice: "Gli chiederò di dare una mano a Renzi. Mi ha dato un dolorino quando ha liquidato subito il suo progetto". Per Emiliano Nichi Vendola dovrebbe aderire ad un concetto politico (quello del premier in pectore) che non è altro quello che lo stesso Governatore ha adottato in Puglia aprendo a Scelta civica e accoglindo anche ex esponenti del centrodestra.
E' ai grillini il pensiero politico più ambizioso della giornata: "Il Pd vuole discutere sulle cose da fare e in Puglia, ad esempio, quando parleremo della riforma della legge elettorale il Movimento cinque stelle potrà incontrarci".
A sbrigare le pratiche congressuali le nomine dei vertici del partito in Puglia: Annarita Lemma diventa presidente; Assuntela Messina e Sandra Antonica le vicesegretarie. Bocciato il tentativo di una quindicina di delegati tarantini di stoppare l'elezione delle tre. Il Pd pugliese guarda ad un solo spartito: quello di Michele Emiliano il sindaco di Bari, segretario regionale del Pd e aspirante ministro del governo Renzi. Destino, quest'ultimo, difficilmente realizzabile. Come quel sogno che Michele  Emiliano avrebbe rifatto daccapo: ricandidarsi per la terza volta a sindaco di Bari. "Ditelo a Decaro - ha ironizzato il primo cittadino - che se ci fosse stata la possibilità di ricandidarmi non ce n'era per nessuno".


loading...