Sabato, 19 Ottobre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Pisicchio: A Bari un Central Park per cucire la città vecchia con quella nuova

Il contributo del vicesindaco al dibattito per le prossime comunali

Pubblicato in Politica il 15/02/2014 da Redazione
Alfonso Pisicchio (CD), vicesindaco di Bari offre un suo contributo al dibattito sulle comunali a Bari e, dopo il tema della Cultura, racconta in una nota come immagina di realizzare la Cucitura tra vecchia e nuova Città e il suo rapporto con il Mare. Il punto di partenza è il nodo ferroviario a cui si sta lavorando con diverse soluzioni. Se si realizza un grande Central Park – scrive Pisicchio - sull’altra linea, quella del Water-Front, bisognerà attrezzare dei varchi attraverso cui aprire la città al mare, nelle aree di San Girolamo (già in fase di attuazione), Marisabella, Piazza Federico II di Svevia, Piazza Diaz, l’intera zona tra Punta Perotti e San Giorgio.
Nel dettaglio: L’area di Marisabella, come protesi del quartiere fieristico antistante, può naturalmente divenire un Polo per la nautica da diporto che ben si integra con la struttura marina del CUS; Piazza Federico II di Svevia, attraverso lo scavalcamento della strada che fronteggia la piazza, diventa la porta di ingresso del popolo croceristico nella città monumentale; Piazza Diaz, ridisegnata attraverso un concorso di progettazione, diventa il varco centrale tra il popoloso e multietnico quartiere Madonnella e il Porto Vecchio, che si prevede di ampliare, interrompendo così la monumentalizzazione del lungomare; La zona sud-est tra Punta Perotti e San Giorgio, sottratta al degrado con un grande progetto di rigenerazione urbana attuato attraverso una STU a conduzione pubblico-privata. Qui dovrà nascere una sorta di città balneare costituita da residenze e strutture ricettive lungo una grande promenade, animata da esercizi commerciali, ristoranti, locali per l’intrattenimento notturno, e da spiagge attrezzate che si salderanno a quelle già esistenti come “Pane e Pomodoro” e “Torre Quetta”.
Tra queste due linee – conclude l’esponente del Centro Democratico - il Central Park sul fascio dei binari e il Water Front, si dovrà poi ripensare un’estesa pedonalizzazione del centro urbano, avviando a realizzazione il progetto di riqualificazione di Via Sparano che dovrà essere esteso a Via Argiro. E così che si rilancia il commercio in quell’area centrale della Città che potremmo definire il più bel ipermercato en plein-air del Sud Italia”.