Lunedì, 6 Aprile 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Regione Puglia: Michele Emiliano incontra i sindacati Cigl, Cisl e Uil per discutere del programma di governo

I vertici sindacali hanno chiesto di assegnare velocemente le deleghe che mancano, il governatore ha risposto: 'Valuterò appena possibile'

Pubblicato in Politica il 13/07/2015 da Redazione
Il presidente Emiliano ha incontrato, accompagnato dalla consigliera per l’attuazione del programma on. Titti De Simone, i vertici regionali dei sindacati Cgil-Cisl e Uil. Al centro della discussione, le linee programmatiche di governo. Il testo del programma sarà inviato a tutti i dirigenti e i dipendenti regionali.

“Questo di oggi è il primo incontro politico vero con le parti sociali. Abbiamo esaminato il programma di governo – ha spiegato Emiliano – e con i sindacati abbiamo parlato di un sistema di concertazione evoluto, non legato solo alle dichiarazioni di principio, ma anche alla individuazione delle concrete azioni di governo. A Cgil Cisl e Uil abbiamo chiesto di immaginare non solo cosa ma anche come fare, a partire da un riefficientamento della macchina organizzativa. Ai sindacati abbiamo chiesto un contributo alla stesura del Ddl sulla partecipazione, che andrà in Consiglio insieme alle linee programmatiche a settembre. Anche al sindacato chiederemo – come ai cittadini pugliesi – di partecipare al processo di valutazione della giunta, secondo le linee del dibattito pubblico che approveremo”.

“Dai sindacati – ha aggiunto – ho ricevuto la sollecitazione ad assegnare rapidamente le deleghe di Giunta che mancano. Si tratta di una sollecitazione che valuterò appena possibile, tenendo presente i tempi della riforma dello Statuto che, se porterà via più di un anno, comprendo che non è facile sopportabile mantenere deleghe complesse come Agricoltura, Ambiente e Personale troppo a lungo in capo al Presidente. Intendiamo mantenere la presidenza della Commissione Politiche Agricole della Conferenza delle Regioni e questo non può essere compito esclusivo del Presidente della Regione, che ha bisogno di essere affiancato da un assessore”. Sulle grandi vertenze, Emiliano ha confermato che “la Task force per l’occupazione rimane centrale. Finora ho partecipato a tutte le riunioni romane sulle vertenze industriali più importanti, ma è chiaro che si deve delegare la parte istruttoria a un gruppo di specialisti”.