Martedì, 17 Settembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Sorridendo Decaro inaugura la campagna elettorale

Riuscita la festa organizzata nel suo comitato elettorale

Pubblicato in Politica il 07/03/2014 da Redazione
Le foto che nella tarda sera hanno popolato molte bacheche di Facebook confermano la grande partecipazione di pubblico alla festa di apertura della campagna elettorale di Antonio Decaro, candidato sindaco a Bari per il centrosinistra. Perfino quelle postate dal dirimpettaio Domenico Di Paola candidato del centrodestra che agli auguri scritti, accompagnati da alcune foto scattate dal suo staff, ha fatto seguire un monito "… ma la prossima volta senza bloccare la strada a nostre spese e senza auto in doppia fila".
Disagi al traffico effettivamente ce ne sono stati, ma c'è anche da dire che la partecipazione alla serata è stata davvero massiccia e continua.
Qualcuno ha detto "un fragoroso inizio" e Decaro compiaciuto ha risposto con un bel "sorriso" che, a quanto pare sarà il leitmotiv di questa sua campagna elettorale: "La mia ricetta per questa campagna elettorale è: essere sorridenti. Io per primo". Ed ha continuato: "Rispondiamo con il sorriso a chi dice bugie, e a chi ci insulterà. Sorridere non vuol dire essere persone poco serie, o non avere proposte serie per la città. Voglio dirlo a tutti: la campagna elettorale non sarà una passeggiata. Dobbiamo mettercela tutta per vincere. Questa non sarà la campagna elettorale dei supereroi, sarà la campagna in cui ogni cittadino barese deve avere a cuore il futuro di Bari e dovrà metterci del suo. Dobbiamo essere noi stessi perché noi abbiamo abbiamo un super potere: siamo nati a Bari, vogliamo e dobbiamo rimanerci. Fare di tutto per restare qui insieme alle nostre famiglie e ai nostri amici. Questa città deve diventare un posto sempre più bello dove poter vivere, se non addirittura il più bello di tutti".
Salutando ha poi aggiunto "Sono tornato a Bari per ricambiare l’amore che la città mi ha dato in questi anni. Sono tornato per non lasciare la città nelle mani di quelli che hanno governato prima di noi. Negli ultimi giorni si sono rivisti sulla scena politici che non vedevo da 20 anni. E devo dire che nessuno ne sentiva la mancanza".


loading...