Giovedì, 19 Settembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, Centrodestra sempre al lavoro per l'unità e il candidato sindaco

Fratelli d'Italia, intanto, inaugura la sede di via Napoli

Pubblicato in Politica il 02/02/2014 da Gian Vito Cafaro
Da stamattina c'è autentica soddisfazione in Fratelli d'Italia. La nutrita partecipazione di baresi all'inaugurazione del quartier generale del partito di Giorgia Meloni nel capoluogo (la sede è in via Napoli), rende più forti, almeno agli occhi degli alleati, i vertici locali.
Fratelli d'Italia non vuol assumere un ruolo minoritario nella coalizione. Vuol contare, avere un peso politico specie nella fase in cui si sta costruendo un'alleanza che dovrà sfidare il centrosinistra al voto di maggio. 
I vertici del partito della Meloni in terra pugliese, Marcello Gemmato e Filippo Melchiorre (quest'ultimo candidato sindaco di Fratelli d'Italia per la coalizione di centrodestra) sono fiduciosi sull'unità della coalizione a Bari ma continuano a chiedere le elezioni Primarie per la scelta del candidato sindaco dell'alleanza.
Richiesta che, a tamburo battente, arriva anche dal Nuovo centrodestra. Oggi è saltato il faccia a faccia tra il coordinatore pugliese del partito di Alfano, il senatore Massimo Cassano, con il segretario cittadino di Forza Italia, il senatore Luigi D'Ambrosio Lettieri ma è un dettaglio di poco conto giacché i tentativi di intese corrono a volte più sul filo del telefono che negli incontri a quattr'occhi. 
Anche Cassano propone le Primarie. Lettieri e Forza Italia, invece, ne farebbero a meno convinti che la candidatura dell'ingegner Domenico Di Paola (esponente del movimento "Impegno civile") debba essere quella di riferimento per tutta la coalizione.
Una decisione che però arriverà solo quando ci sarà un'intesa più larga tra tutti i partiti della coalizione. I ben informati sostengono che l'accordo politico per Di Paola candidato sindaco sia ormai alle porte e che questi ritardi siano solo tattica. Il Nuovo centrodestra (che candida Costantino Monteleone) per il momento temporeggia e preferisce procedere per gradi prima di siglare un accordo ed evitare che questo metta il partito in secondo piano. Sul tavolo pesa anche la figura del vicesindaco. Un incarico che potrebbe andare proprio al Nuovo centrodestra in caso di successo alle urne.


loading...