Giovedì, 5 Dicembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

#Riprendiamoci il divertimento: arriva in Puglia la campagna nazionale di prevenzione anti-sballo

L'assessore regionale Giannini: 'In Puglia dati allarmanti, fondamentale divertirsi senza sballarsi'

Pubblicato in Lifestyle il 29/04/2016 da Redazione

Divertirsi si può, senza mettere a rischio la propria salute e la vita degli altri. È il messaggio che si intende lanciare ai giovani, all'interno della campagna di prevenzione ed educazione “Riprendiamoci il divertimento” creata dall’associazione dei Giovani Professionisti italiani e finanziata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale. Obiettivo di questa iniziativa è puntare sugli stili di vita e rendere i giovani protagonisti consapevoli delle scelte di comportamento. L’equazione divertimento=sballo è un falso convincimento, dettato più da mode e conformismi che dalla ricerca di un autentico star bene con gli altri.

 

La campagna prevede cinque serate in altrettante discoteche. L’appuntamento conclusivo è sabato 30 Aprile alle Industrie Musicali di Maglie presso l’Area industriale. La campagna è stata a Padova, Roma, Torino e Milano. Si propone ai giovani frequentatori dei locali “della notte” esperienze di divertimento "sano", che escludano i rischi connessi alla guida in stato di ebbrezza, a conferma di ciò durante la serata sarà possibile sperimentare un percorso ebbrezza.

 

Nella serata sarà possibile divertirsi smitizzando il modello “più bevo più mi diverto”."La ricerca dello sballo - ossia la perdita di controllo - mette notevolmente a rischio la vita di tanti giovani che dopo aver bevuto troppo decidono poi di mettersi alla guida della propria auto" spiegano gli organizzatori della campagna Luigi Bartone (Presidente Associazione Giovani Professionisti Italiani) e Felice Castrignanò (Responsabile del progetto #Riprendiamociildivertimento). Obiettivo delle serate della campagna educativa è intervenire sulla percezione dello stile di vita da parte dei giovani. Grazie alla collaborazione del Centro HE.R.A. (HEalth human caRe and social intercultural Assessments) dell'Università Cattolica del Sacro Cuore gli animatori delle serate cercheranno di lavorare sull’autoconsapevolezza dei partecipanti per renderli coscienti dei rischi legati alla guida in stato di alterazione psico-fisica e far percepire quanto questi comportamenti siano correlati ad una condizione di felicità/infelicità.

 

Alla conferenza stampa di presentazione è intervenuto anche Giovani Giannini, assessore regionale ai Trasporti: “Dobbiamo fare il possibile perché nella testa dei nostri ragazzi si rafforzi l’idea che è possibile divertirsi senza sballarsi, senza cioè ricorrere all’uso né di l’alcol, né di droghe. Su queste tematiche la Regione Puglia è impegnata da tempo a sensibilizzare le giovani generazioni ed è per questo che accogliamo con molto favore le iniziative, come questa che presentiamo stamattina, che si propongono di modificare gli stili di vita dei nostri giovani”. 

 

“I dati sono allarmanti – ha detto Giannini – siamo di fronte a cifre negativamente notevoli. In Puglia quasi 10mila incidenti con oltre 200 morti.  Sicuramente ciò che porta i nostri ragazzi a problemi di dipendenza da alcol e droghe, trova le radici proprio nel tipo di società di oggi. Una società – ha continuato l’assessore – molto individualista, che spinge sempre di più ad apparire piuttosto che ad essere, e con una infelicità costante, determinata da un contesto sociale che crea una serie di problemi, dalla difficoltà di trovare lavoro a quella di inserirsi in dinamiche positive.

 Mettere un freno all'alcol e vivere notti sfrenate si può, ingresso gratuito fino alle 24.