Lunedì, 25 Marzo 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Donna ivoriana aggredita a Bari, la solidarietà della Casa delle Donne del Mediterraneo: 'Restiamo una città che accoglie'

L'associazione in una nota: 'La nostra Casa è la casa di Edith e di tutte le donne migranti che vivono la nostra città'

Pubblicato in Lifestyle il 27/02/2019 da Redazione

"Bari deve restare la città che accoglie le cittadine e cittadini del mondo, e non divide". La Casa delle Donne del Mediterraneo esprime solidarietà a Edith, la 47enne ivoriana aggredita da un gruppo di donne pochi giorni fa.

“La comunità barese, dove vive e lavora onestamente da anni – si legge nella nota dell’associazione - La comunità barese dove Casa delle Donne del Mediterraneo è presidio di legalità, integrazione e tutela dei diritti di tutte le Donne.  Non possiamo tacere dopo la violenza e l’umiliazione che Edith ha subito. I calci, i pugni, e i “torna al tuo paese” che l’hanno profondamente colpita nel fisico e nella dignità, sono il segnale di un razzismo che non ci appartiene, che condanniamo e a cui non ci vogliamo piegare. La nostra Casa è la casa di Edith e di tutte le donne migranti che vivono la nostra città. Sentiamo forte la responsabilità di gesti di accoglienza e di dialogo, e dinanzi ad episodi come quello di cui le cronache oggi raccontano, ci mettiamo ancora di più la faccia e lavoriamo per sollecitare relazioni sane ed investire nell’educazione e nella cultura del Noi. Non arretriamo di un passo. Anzi, andiamo avanti più convintamente. Unite, con tutti i nostri Colori. Di pelle, di anima e di tradizione. Tutte insieme”.



loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet