Lunedì, 18 Ottobre 2021 - Ore
Facciamo Notizie

Tacchi alti, come evitare problemi

Bello da vedere ma 'pericoloso' il tacco 12

Pubblicato in Lifestyle il 17/12/2014 da Staff Nouvelle Esthétique Académie
Oltre al mal di ‪piedi‬, portare i ‪tacchi‬ alti può essere " pericoloso ": secondo una recente ricerca - infatti - i tacchi alti sono fra le cause principali dell'impennata di interventi alle caviglie, che crescono al ritmo del 15% annuo; le donne sono, inoltre, più esposte a distorsioni alle caviglie, con un 70% a fronte del 30% degli uomini.
Bello da vedere ma " pericoloso ", il tacco 12 è spesso all'origine di storte spesso molto dolorose. Non è un caso, quindi, che il 20% delle donne ammette di tornare a casa a piedi nudi dopo una serata danzante sui trampoli. Ecco allora qualche consiglio per non avere problemi.
1) meglio non optare per i tacchi vertiginosi già di prima mattina: in questa prima parte della giornata infatti i piedi sono nel picco del gonfiore (questo ovviamente non vale per tutte: guardate Victoria Beckham, non solo porta trampoli alti come un grattacielo, ma lo fa tenendo sempre le mani in tasca)
2) mai sottovalutare... il pediluvio: è buona abitudine, quindi, lavarsi tutte le sere i piedi con acqua fredda. Questa routine, semplice ma efficace, sgonfia davvero e riattiva la circolazione
3) se potete, sarebbe meglio non portare tacchi alti più di sette centimetri per un lungo periodo di tempo: è inevitabile ? Sedetevi spesso. E, comunque, sappiate che la misura ideale è quella di cinque centimetri.
4) prendete bene le misure del vostro piede: secondo una ricerca infatti quasi il 90% delle donne indossa un numero di scarpe di una o due taglie inferiore al proprio. Questo perché si è convinte che le estremità del nostro corpo restino sempre uguali e invece i piedi continuano a cambiare, soprattutto dopo la gravidanza.

loading...