Lunedì, 26 Ottobre 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Quando è il caso di chiamare la guardia medica di Bari? Ecco una piccola guida

In assenza di reperibilità del medico di base è utilissima

Pubblicato in Lifestyle il 12/06/2020 da Teresa Salerno

Hai bisogno della guardia medica a Bari? In questo articolo ti spieghiamo tutto quello che devi sapere prima di richiedere una visita perché c’è molta confusione rispetto a cosa può e cosa non può fare. Inoltre il periodo è anche piuttosto complesso dal punto di vista sanitario per cui ti conviene leggere la nostra piccola guida. Ovviamente la prima cosa che dovrai assicurarti di fare è quella di contattare la guardia medica a Bari  più vicina a te, fornendo tutte le informazioni necessarie per far comprendere il quadro della situazione.

A cosa serve la guardia medica?

La guardia medica è operativa negli orari in cui il medico di base o il pediatra non sono tenuti ad essere reperibili, ovvero dalle 20,00 alle 8,00. Questo non significa che possano assolvere tutte le funzioni del medico di base ma che possono aiutarti solo in parte. Di questi tempi se sospetti di avere sintomi da Coronavirus o comunque qualsiasi sintomo influenzale non dovresti chiamare la guardia medica ma il 112 o il 118 che attiveranno tutte le procedure del caso ma solo se strettamente necessario. In alternativa c’è il numero di pubblica utilità messo a disposizione dal Ministero Della Salute, il 1500, da cui avrai tutte le tipologie di assistenza. La guardia medica, invece, opera per tutte quelle situazioni per cui non è richiesto l’intervento del pronto soccorso e, quindi, che sono risolvibili con medicinali o con una visita semplice. 

Cosa può fare per te?

Questo significa che la guardia medica interviene per situazioni non gravi e, al limite, consiglia il ricovero o di recarsi al pronto soccorso in base al tipo di urgenza. Quindi prescrive farmaci di prima necessità e soltanto per chi ha richiesto la visita domiciliare urgente. Inoltre richiede esami e visite ed esami solo quando ne ha appurato l’esigenza con visita a casa. Infine può rilasciare certificati di malattia della durata massima di tre giorni solo quando si verifica una situazione di estrema necessità

Cosa non può fare?

Per contro la guardia medica di Bari e di tutte le altre città italiane non è adibita a fornire prestazioni infermieristiche non correlate alla visita per cui è stato richiesto l’intervento. Non rilascia ricette per terapie croniche o certificati per attività sportiva, rientro a scuola e malattia di lavoratori non turnisti. La guardia medica non può eseguire punti di sutura o prescrivere impegnative per esami diagnostici e visite specialistiche così come non può prescrivere ricoveri programmati. Nonostante intervenga in assenza di reperibilità del medico di base la guardia medica non assolve le sue funzioni. Infine la guardia medica non può effettuare prestazioni come iniezioni intramuscolari o endovena prescritte da altri medici ma solo quelle che si verificano essere urgenti per la situazione per cui è stata chiamata ad intervenire. Allo stesso modo non effettua sostituzioni di catetere vescicale. Per tutte queste situazioni bisogna attendere il medico di base oppure recarsi, con coscienza, al pronto soccorso. Ovviamente per le situazioni meno gravi dovrai aspettare rispettando con pazienza il codice di urgenza, nel rispetto del lavoro del personale sanitario e degli altri pazienti in attesa.