Giovedì, 24 Ottobre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Caporalato, il senatore Stefàno chiama la prefetta di Bari: 'Più controlli nel trasporto dei braccianti verso le campagne'

L'esponente di Sel: 'Bisogna identificare gli addetti al trasporto, anche attraverso un coinvolgimento dei sindaci pugliesi'

Pubblicato in Lavoro Sviluppo e Lavoro il 19/08/2015 da Redazione
Il senatore di Sel Dario Stefàno affronta l’argomento caporalato a viso aperto, alla luce degli ultimi gravi episodi verificatisi nelle campagne pugliesi. “Il caporalato – dichiara in una nota - va affrontato su più fronti, anche su quello dei controlli del trasporto dei lavoratori, per provare a debellarlo definitivamente. Per questo ho condiviso oggi con la prefetta di Bari la necessità di un'intensificazione dei controlli dei mezzi di trasporto con cui la manodopera, perlopiù straniera, viene accompagnata nei campi di Puglia”. Il senatore ha contattato telefonicamente Carmela Pagano, chiedendo di elaborare una strategia capace di controllare in maniera capillare le strade che portano ai terreni agricoli. “Abbiamo condiviso la necessità che i controlli producano una più capillare identificazione degli addetti al trasporto degli uomini e delle donne che lavorano nei nostri campi – continua Stefàno - anche attraverso un maggiore coinvolgimento dei sindaci dei comuni pugliesi, affinche' segnalino notizie a loro conoscenza, come i luoghi di ritrovo, i mezzi usati o altre informazioni che possano rivelarsi utili". “Il caporalato – dichiara l’esponente di Sel in un tweet - sporca la storia della nostra terra e rende un inferno la vita di tanti uomini e donne che lavorano nei nostri campi. Basta.”