Mercoledì, 22 Gennaio 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Dalla Fnp Cisl Bari grande preoccupazione per i pensionati: 'la povertà dilaga'

In tutta la Regione, la media delle pensioni non supera i 650 euro mensili

Pubblicato in Lavoro Sviluppo e Lavoro il 05/06/2014 da Redazione
“Occorre estendere la riduzione delle tasse anche ai pensionati, perché discriminarli è una grave ingiustizia. Siamo preoccupati per la mancanza di provvedimenti di tutela degli anziani bisognosi, meritevoli, dopo una vita dedicata al lavoro di un esistenza dignitosa. I pensionati, sono una risorsa per il Paese, non un peso per lo Stato. Basterebbe elencare i tanti servizi che gli anziani, all’interno delle famiglie, svolgono in silenzio e dedizione. per meritare una maggiore attenzione da parte del Governo” Ha esordito così il segretario generale della FNP Cisl di Bari Domenico Liantonio,
Per questo a nome dei quarantamila pensionati di Bari che aderiscono alla Cisl, il segretario generale, chiede risposte chiare e ben precise. La serenità ha i suoi limiti e i pensionati sono stanchi di aspettare. A Bari, come in tutta la regione la medie delle pensioni – è stato detto - non supera di poco più i 650 euro mensili, Il dato fa comprendere quanto i pensionati vivano al di sotto della soglia di povertà. La povertà dilaga per questo chiediamo da tempo, interventi certi che mirino al miglioramento della vita degli anziani, che molto spesso si ritrovano ad essere una risorsa fondamentale se non l'unica per le famiglie”
La preoccupazione è rivolta anche agli Over 50, oltre mezzo milione, che non hanno mai versato contributi previdenziali e che inevitabilmente cadranno in stato di povertà. La Fnp Cisl di Bari è determinata a proseguire il percorso già intrapreso da tempo per chiedere nelle sedi istituzionali un impegno sulla valenza economica degli anziani sul loro ruolo insostituibile. In provincia di Bari e Bat abbiamo più di 300.000 pensionati, di cui 253.351 pensioni contributive INPS e circa 49.000 Pensioni di Invalidità.
- La città di Bari ha circa 53.000 pensioni e 11.000 pensioni d’invalidità.
- I pensionati in provincia di Bari rappresentano il 16,70%; nella BAT il 18%.
- Percentuali maggiori si registrano nei comuni a vocazione AGRICOLA, (il 20-22%.)
- Le pensioni di invalidità si aggirano complessivamente su circa il 20%.
- Le pensioni fino a 1.000 euro sono più del 50%.
- Solo il 20% sono le pensioni superiori a 2.000 euro.
- Le condizioni ambientali determinano una diminuzione ulteriore del potere d’acquisto delle pensioni medesime.
- Carenza di servizi, carenza di assistenza sanitaria, carenza di servizi sociali.
- Inoltre i pensionati in un tessuto socio-economico industriale riducono ancor di più la loro pensione in quanto contribuiscono al mantenimento della coesione sociale e familiare.
- L’ambiente determina anche picchi di insicurezza, di truffe e di dipendenza dal gioco.
- L’ambiente determina anche violenza sugli anziani sia all’interno della famiglia ma anche da parte di fattori circostanti quali scippi, furti ecc.