Sabato, 18 Gennaio 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

La disoccupazione in Puglia sale al 20%

Un tasso così alto che indica non solo chi perde lavoro ma anche chi lo cerca

Pubblicato in Lavoro Sviluppo e Lavoro il 01/04/2014 da Redazione
La disoccupazione in Italia sale al 13%, un dato così negativo non lo si registrava dal 1977. Lo abbiamo appreso ieri. Sono state dunque sibilline le parole pronunciate da Giorgio Di Salvo, Direttore della filiale barese della Banca d’Italia, intervenuto al convegno «Il mercato delle garanzie, strumenti, politiche e soggetti per la finanza d’impresa», organizzato da Cofidi Puglia della Cna. "È la disoccupazione il dato che preoccupa maggiormente in Puglia - aveva detto - Le ultime cifre disponibili segnano un tasso di disoccupazione del 19,8 per cento. Sono numeri ben al di sopra della media nazionale, ferma attorno al 12 per cento, e che non sono causati da un maggior numero di persone che cerca lavoro ma anche da tutte quelle che lo perdono".
L’esempio tipico che è stato fatto è quello delle donne, prima casalinghe o impiegate "in nero", tornate a cercare un posto di lavoro perché mariti e figli, nel frattempo, l’hanno perso.
La relazione del direttore ha evidenziato anche come pian piano gli effetti della crisi si stiano attenuando, con gli indici, sempre negativi, ma in misura più ridotta. Nel convegno si è poi parlato dell’importanza delle garanzie date dai Cofidi per conto delle aziende per l’accesso al credito. Cofidi Puglia conta oltre 10 mila ed una serie di convenzioni con fondi pubblici e privati che consentono a centinaia di aziende in difficoltà di accedere al credito.