Sabato, 20 Luglio 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Fasano Fish Festival, degustazioni e rispetto dell'ambiente a Savelletri

Dai piatti vegani ai tradizionali sapori del Mediterraneo, passando per gustosissimi finger food preparati rigorosamente con il pescato locale e con materie prime pugliesi, saranno tante le ricette da scoprire in una due giorni ricca di eventi

Pubblicato in Enogastronomia il 29/06/2019 da Redazione

Oggi e domani 30 giugno torna il Fasano Fish Festival, organizzato dal GAL Valle d’Itria (che comprende i comuni di Fasano, Locorotondo, Martina Franca e Cisternino). Dopo l’appuntamento nel centro storico di Fasano a dicembre, questa volta l’evento dedicato al pesce del Mediterraneo, si svolgerà nella caratteristica area portuale di Savelletri. Affacciandosi sul mare, a partire dalle 19 di sabato e domenica, si potranno assaggiare le prelibatezze preparate dagli chef della Valle d’Itria.

Dai piatti vegani ai tradizionali sapori del Mediterraneo, passando per gustosissimi finger food preparati rigorosamente con il pescato locale e con materie prime pugliesi, saranno tante le ricette da scoprire in una due giorni ricca di eventi.

Non soltanto food e degustazioni nella seconda edizione del Fasano Fish Festival: ampio spazio sarà dedicato anche ai temi ambientali, a partire dalla sensibilizzazione verso l’inquinamento provocato dalla plastica in mare.

Dai primi giorni di giugno un’opera d’arte campeggia sulla spiaggia di Lido Morelli, nel Parco delle Dune Costiere (nei pressi di Torre Canne, nel territorio di Fasano): si tratta del “Pesce mangia plastica”, un’installazione che, grazie all’aiuto dei bagnanti, ha lo scopo di raccogliere nella sua pancia tutti i rifiuti presenti sul litorale che altrimenti finirebbero in mare.

Durante il Festival, condotto da Valeria Todisco, verrà proiettato il documentario “Anche i pesci piangono” di Domitilla Segni (regia di Francesco Cabras) che racconta, attraverso interviste e riprese realizzate nelle principali marinerie della Puglia, le trasformazioni dell’Adriatico, un mare che fino a pochi decenni fa custodiva una grande ricchezza di biodiversità e che oggi si ritrova impoverito e malato. Il racconto di una parabola impreziosito da Rachele Andrioli, una tra le più belle voci del Mediterraneo.

Ad intrattenere i visitatori nella due giorni della manifestazione, ci saranno anche i giovani attori dell’Associazione teatrale amatoriale “Gli amici di Giùàannèedd”, vincitrice del Premio Bandiera Verde Agricoltura 2017 promosso da C.I.A. - Agricoltori Italiani, che riproporranno in vernacolo uno spaccato di vita quotidiana in provincia, e la Apluvia Small Orchestra che canterà De André.

 



loading...