Venerdì, 6 Dicembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Seminario 'Dal vigneto alla bottiglia, tra tradizione e innovazione', l'assessore Di Gioia: 'Vitivinicolo volàno per l'agricoltura pugliese'

Sulla questione Xylella: 'Abbiamo un'interlocuzione aperta con la Commissione europea, al fine di evitare che l'embargo di piante e prodotti non coinvolga la parte vivaistica della vite'

Pubblicato in Enogastronomia il 19/09/2015 da Redazione
“Il comparto vitivinicolo pugliese è fortemente attenzionato, non solo a livello regionale, ma anche nazionale ed europeo. Anche nella scrittura del PSR 2014-2020, come anche nel corso della interlocuzione presso la Dg Agricoltura a Bruxelles, il tema della filiera del vino ha ricevuto particolare considerazione”. Così l'assessore alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, Leo Di Gioia, nel corso del seminario “Dal vigneto alla bottiglia, tra tradizione e innovazione”, cui è intervenuto, tra gli altri, il Dirigente regionale Ufficio Produzioni arboree ed erbacee, Domenico Campanile.
“Ad oggi – ha aggiunto Di Gioia – è in corso la fase di espletamento di una serie di bandi che riguardano la materia, in
particolare dedicati a giovani agricoltori e al primo insediamento. Ed è, tuttora, in discussione, a livello nazionale con le Regioni, il parere sul decreto che dovrà regolamentare anche la quota nazionale di attribuzione dei diritti d'impianto della vite”.

Sul tema vigneti e vivaisti salentini, interessati dal fitopatogeno della Xylella fastidiosa, “abbiamo un'interlocuzione aperta con la Commissione europea, al fine di evitare che l'embargo di piante e prodotti non coinvolga la parte vivaistica della vite”.
L'attenzione per il comparto non può prescindere da un'attività di promozione del prodotto vino: “nel Padiglione di Vinitaly ad Expo, la Puglia è presente con il maggior numero di etichette rispetto alle altre regioni, nel corso di una Esposizione che conta al giorno circa 1500 visitatori al giorno, per una proiezione totale di 200 mila presenze. Sempre nel corso di Expo 2015, la Regione Puglia ha presentato, da promotrice, la quarta edizione del Concorso nazionale dei Vini Rosati”. Sono tutti elementi che, comunque, “consolidano i nostri marchi, riuscendo, altresì, a coinvolgere anche il settore specialistico
dell'informazione e della comunicazione a livello nazionale e non solo. Tutti elementi, questi, che rafforzano l'idea di quanto il vitivinicolo sia volano dell'agricoltura pugliese”.