Mercoledì, 12 Dicembre 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

'Il Colore della Violenza', a Bari un incontro dedicato al viaggio della speranza delle donne migranti

Esperte in vari ambiti interverranno sabato 25 novembre alla Casa delle donne del Mediterraneo

Pubblicato in Donne il 23/11/2017 da Redazione

Il 25 novembre, presso la Casa delle Donne del Mediterraneo, alle ore 18:00 - nell'ambito dell’iniziativa “Generare culture non violente”, promossa dall'Assessorato al Welfare del Comune di Bari e a cura di Progetto Città - Stati Generali delle Donne ha organizzato un incontro dal titolo provocatorio “Il Colore della Violenza”.
Esistono migliaia di sfumature nel colore della violenza contro le donne così come percepita e comunicata dai media e sui social. Durante l’incontro saranno ricordate le donne torturate e stuprate già nel loro paese d’origine e del loro viaggio della speranza per la sopravvivenza che passa attraverso i trafficanti, le prigioni libiche, il Mar Mediterraneo, i centri di accoglienza, per approdare  infine, nel migliore dei casi, al riconoscimento del proprio “diritto” ad essere doppiamente discriminate: come donne e come immigrate.

Sarà un modo per celebrare ad ogni modo la giornata internazionale contro la violenza sulle donne, in memoria delle sorelle Mirabal e di tante “farfalle” che resteranno per sempre sconosciute.


 

Interverranno:

Ana Estrela, dell’associazione Origens, promotrice di progetti interculturali, tra cui Ethnic Cook, volti all’integrazione delle comunità straniere;


Nakemin Fofana, mediatrice culturale, interprete, membro della Commissione Territoriale per il riconoscimento del’asilo politico;


Monica Dal Maso, coordinatrice provinciale dei progetti Sprar  (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) dell’Arci;


Annalinda Lupis, mediatrice culturale, interprete presso Il Tribunale di Bari, attiva in particolare nelle comunità Nigeriane e Senegalesi;

Erminia Rizzi, dell’associazione Gruppo Lavori Rifugiati, esperta di diritto dell’emigrazione ed asilo politico; orientatrice legale all’interno Cara (Centro di Accoglienza per Richiedenti Asilo) di Bari-Palese, divulgatrice delle Azioni di prevenzione e contrasto alla MGF” (Mutilazione Genitali Femminili);


Armida Salvati, sociologa, docente presso il Dipartimento di “Scienze della Formazione, Psicologia e Comunicazione” dell’Università di Bari, proponente del Master in Immigrazione, Diritto e Pratiche di Inclusione;


Lorena Saracino, giornalista, presidente di Stati Generali delle Donne, presidente del Corecom (Comitato Regionale per le Comunicazioni) della Regione Puglia.


Coordinerà:

Grazia Strisciulli, di Stati Generali delle Donne di Bari



loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet