Martedì, 22 Ottobre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Ciclovia Adriatica, l'assessore Giannini scrive al ministro Toninelli: 'Il percorso torni a costeggiare l’intera sponda costiera'

L'assessore regionale: 'Tornare senza indugi a quanto scritto ( e disegnato) nel DEF 2017'

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 31/10/2018 da Redazione

Che il percorso della Ciclovia Adriatica torni a costeggiare l’intera sponda costiera, fino a Santa Maria di Leuca, è quanto  chiede l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità, Giovanni Giannini, al Ministro del MIT. Danilo Toninelli.

Infatti, dice l’assessore, è proprio quello il tracciato che la Puglia aveva sempre indicato e che compare in tutti i documenti: almeno fino alla comunicazione resa in sede di  Conferenza delle Regioni l’11 ottobre scorso, quando il Direttore Generale del Ministero ha annunciato che la Corte dei Conti non avrebbe “bollinato” il percorso della  Ciclovia se questo  si fosse spinto  oltre il limite nord del Gargano.

Errore, sicuramente un errore, afferma comprensivo l’Assessore, che, infatti,  ne elenca altri  presenti  nell’allegato al DEF 2018 ( che si occupa, appunto delle ciclovie), e che potrebbero aver indotto ad utilizzare un canale di finanziamento invece di un altri, ad esempio  per la ciclovia del Po.

Eppoi, anche la grafica fa la sua parte: disegni e elenco dei percorsi non coincidono e ,quindi , vale ciò che vediamo o quel che leggiamo? Interrogativi che fanno insorgere  dubbi ambletici , non semplici risposte. Meglio tornare senza indugi a quanto  scritto ( e disegnato)  nel DEF 2017  sul quale , tra l’altro,  si era registrata l’unanimità di tutte le Regioni.