Lunedì, 26 Ottobre 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, il Bifest termina tra gli applausi per Benigni. Laudadio: 'La prossima edizione dal 25 settembre al 2 ottobre'

Il direttore artistico del festival: 'Molti colleghi mi hanno chiesto le linee guida che abbiamo utilizzato per mantenere il distanziamento sociale, questo per noi è un risultato più significativo della riuscita del festival stesso'

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 30/08/2020 da Giuseppe Bellino

Manca ormai poco al termine del Bifest 2020. Il festival del cinema barese ieri ha vissuto la sua serata più importante con lo show di Roberto Benigni. Uno vero e proprio spettacolo (durato più del previsto, 50 minuti invece dei 30 promessi dall’attore e regista toscano), che ha incantato gli spettatori accorsi nell’arena all’aperto allestita in piazza Libertà. L’evento è stato seguito anche in maniera virtuale grazie alla diretta streaming presente sui canali social del festival. “Benigni ha dato vita ad un grande evento – ha spiegato Felice Laudadio, direttore del Bifest -, non ci aspettavamo che restasse sul placo così tanto. Qualcuno ha chiesto quanto è costato alla città di Bari e al Bifest: assolutamente nulla, è venuto qui a titolo gratuito per l’affetto che prova nei confronti di questa città e di questo festival”.

Laudadio ha annunciato le date dell’edizione 2021: la manifestazione si svolgerà dal 25 settembre al 2 ottobre. Lo slittamento del festival di sei mesi (da marzo a settembre) è dovuto alle difficoltà che l’emergenza Coronavirus ha causato alla produzione cinematografica mondiale: “Gli organizzatori dei festival di tutto il mondo avranno grossi problemi – prosegue il direttore -, perché potranno scegliere tra circa 300 film, mentre di solito sono a disposizione circa tremila titoli. Se avessimo confermato il festival a marzo ci saremmo trovati tra due vasi di ferro: il festival di Berlino e quello di Cannes. Abbiamo deciso di cambiare il periodo per esigenze manageriali, poiché non vogliamo rischiare di sprecare soldi pubblici”. L’arena allestita in piazza Libertà potrebbe tornare anche nella prossima edizione: il direttore Laudadio e lo staff del Bifest sono al lavoro per organizzare un pre-festival, dal 17 al 24 settembre, durante il quale saranno proiettati dei film che introducano la manifestazione.

Nella prossima edizione il Bifest omaggerà la 01 Distribution, casa di distribuzione cinematografica italiana che nel 2021 spegnerà 20 candeline. “Festeggeremo questo grande evento attraverso un viaggio con i film simbolici che 01 ha distribuito, circa 700 – aggiunge Laudadio -. Creeremo un catalogo curato da Enrico Magrelli con i 700 film che ricostruiranno la storia di questa azienda. Saranno in programma incontri con storici del cinema che raccontino qual è stato l’impatto della 01 sul mondo del cinema e della produzione”.

Tornando all’edizione appena conclusa, il Bifest è diventato un modello da seguire per l’organizzazione di altri eventi: “Molti colleghi mi hanno chiesto le linee guida che abbiamo utilizzato per mantenere il distanziamento sociale – continua Laudadio -, questo per noi è un risultato più significativo della riuscita del festival stesso. Io credo che questo sia un festival capace di resiste a qualunque evento. Questo è possibile grazie all’affetto del pubblico e all’entusiasmo della città”.

“La Puglia è il più grande set cinematografico d’Europa – ha aggiunto la presidente di Apulia Film Commission, Simonetta Dellomonaco -, credo che questo festival sia un appuntamento imprescindibile per la nostra regione”.