Martedì, 17 Settembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Apulia Film Commission e Regione Puglia alla 76^ Mostra d'arte cinematografica di Venezia

In programma tre incontri illustrativi sulle future attività di Apulia Film Commission: 'Produrre', 'Sostenere' e 'Promuovere'

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 30/08/2019 da Redazione

 

Per il cinema made in Puglia il 2019 è un anno che resterà nella storia della Fondazione Apulia Film Commission e della stessa Regione Puglia. L'alternarsi di prestigiosi artisti, registi e produttori – nazionali e internazionali – su tutto il territorio regionale, peraltro accolti con la consueta professionalità da parte di AFC e con l'entusiasmo caloroso delle comunità locali coinvolte nelle riprese, non fanno che sottolineare l'importanza che la Puglia ricopre nel cinema italiano.

Del resto il 2019 è stato l'anno del ritorno in Puglia, a quasi trent'anni da "Sabato, domenica e lunedì" di Lina Wertmüller (1990), della "regina" del cinema internazionale Sophia Loren, che ha girato nella nostra regione sul set di "La vita davanti a sé", diretto dal figlio Edoardo Ponti. Prestigiosa è stata anche la presenza del nuovo capitolo della saga di James Bond a Gravina in Puglia. "Bond 25", l'ultimo film dedicato all'agente del servizio britannico più famoso di tutti i tempi, è interpretato per la quinta volta da Daniel Craig.

Ma si è registrato anche il ritorno di Matteo Garrone che, dopo "Il racconto dei racconti" (2015), ha ambientato in Puglia il suo "Pinocchio", con un cast eccezionale capitanato dal premio Oscar Roberto Benigni. È stata anche la prima volta di Carlo Verdone con "Si vive una sola volta" e di Luca Medici, in arte Checco Zalone, al suo esordio da regista con l'atteso "Tolo Tolo".

Inoltre, non si possono dimenticare pellicole come "Lo Spietato" di Renato De Maria (con la prestigiosa produzione di Netflix), "Non sono un assassino" di Andrea Zaccariello e "Il grande spirito" di Sergio Rubini accolti con grande entusiasmo dal pubblico del Bif&st. Non vanno dimenticate anche le serie tv "Fratelli Caputo" di Alessio Inturri e "Il commissario Ricciardi" di Alessandro D'Alatri, così come "Cops" di Luca Miniero, "Odio l'estate" di Massimo Venier, con il ritorno del trio comico Aldo, Giovanni e Giacomo, e "Spaccapietre" di Gianluca e Massimiliano De Serio.

Apulia Film Commission e Regione Puglia, quindi, forti dell'anno stellare ancora in corso si presenta alla 76^ Mostra d'Arte Cinematografica di Venezia con molteplici attività a iniziare dei tre incontri che si terranno domenica 1 settembre su tre grandi temi: "Produrre", "Sostenere" e "Promuovere". Il giorno dopo, lunedì 2 settembre alle 10.30 all'Hotel Excelsior presso la Fondazione Ente dello Spettacolo, sarà presentata la XI edizione di "OFFF - Otranto Film Fund Festival", diretto dall'attrice Stefania Rocca.

L'articolato programma della giornata di domenica 1 settembre (alle 12 Hotel Excelsior presso la Fondazione Ente dello Spettacolo) inizia con l'incontro sul tema "Produrre" in cui saranno presentati: Il "Social Film Fund per il Sud", i progetti "Ciak" e "Circe" e il "Festival Monde". Per "Sostenere" (alle 14 Hotel Excelsior presso Italian Pavilion), invece, saranno illustrati i Fondi regionali l'Apulia Film Fund e il MoU Film London. Infine, "Promuovere" (alle 18 Villa vegli Autori), presentazione del Bif&st 2020 ideato e diretto da Felice Laudadio.  Il giorno dopo, lunedì 2 settembre alle 10.30 all'Hotel Excelsior presso la Fondazione Ente dello Spettacolo, sarà presentata la XI edizione di "OFFF - Otranto Film Fund Festival".

Diverse anche le attività collaterali a iniziare dalla proiezione di "Working Out", webseries prodotte dall'Accademia di Belle Arti di Foggia in programma venerdì 30 agosto alle 19.30 a Palazzo Cavanis, luogo che peraltro ospita la mostra "Pino Pascali: dall'Immagine alla Forma" a cura della Fondazione Museo Pino Pascali di Polignano Mare. "Il Film più Bello: la Puglia", promossa da Assocastelli con il patrocinio di Regione Puglia e Fondazione Apulia Film Commission, è un'iniziativa indirizzata verso la divulgazione di dimore e residenze d'epoca e storiche della Puglia, disponibili come location cinematografiche e televisive (sabato 31 agosto alle 18.30 a Palazzo Cavanis).

Infine, mercoledì 4 settembre dalle 11 alle 18, Palazzo Cavanis ospiterà i documentari realizzati nell'ambito del progetto europeo tra Italia e Croazia "Artvision+", realizzati sotto il coordinamento di Nicolai Ciannamea e che raccontano il territorio pugliese attraverso una serie di sguardi e itinerari inediti, valorizzando i luoghi nascosti, non per questo meno affascinanti.



loading...