Domenica, 17 Novembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, tutto pronto per il Corteo di San Nicola 2016: per la prima volta lo spettacolo aereo di Res Extensa

Il sindaco Decaro: 'Contento che la festa di quest’anno coinvolga i baresi in prima persona, nelle forme più svariate'

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 30/04/2016 da Redazione

È stata presentata questa mattina alla stampa l’edizione 2016 del Corteo storico di San Nicola che sarà curata dalla DOC servizi soc. coop., vincitrice della procedura pubblica per la realizzazione dell’evento, e affidata alla direzione artistica di Francesco Brollo, assistito daLaura Custode. L’immagine e i materiali di comunicazione sono a cura dell’agenzia di comunicazione Pooya.

Sabato 7 maggio, a sfilare per le strade della città gremite di pubblico, sarà uno spettacolo popolare dedicato ai baresi e a tutti i fedeli del santo di Myra: il corteo si svolgerà lungo il percorso tradizionale, sarà transennato per garantire sicurezza e visibilità, e torneranno a sfilare i cavalli.

Per la prima volta, accanto al tradizionale corteo, espressione del racconto della tradizione e dell’affetto che i fedeli nutrono nei confronti del Santo Patrono, si svolgerà uno spettacolo di danza aerea curato dalla compagnia di danza ResExtensa in collaborazione con Motus Modules e Noè - Molecole Show. Lo spettacolo, per la regia di Elisa Barucchieri, è frutto della collaborazione tra il Comune di Bari e il teatro Pubblico Pugliese, e si avvale della sponsorizzazione di BCC- Banca di credito cooperativo e del sostegno di Futura Enterprise.

Il Corteo storico sfilerà seguito dai danzatori aerei, in un dialogo ideale tra espressioni artistiche che vuole esaltare l’importanza di uno dei momenti popolari più attesi dell’anno. Il make up e le acconciature di artisti e figuranti saranno curati da Nouvelle Esthétique Académie.

 

“L’edizione del Corteo di san Nicola dello scorso anno - ha esordito il sindaco Antonio Decaro - puntava sulla ricostruzione filologica della navigazione dei 62 marinai, della traslazione delle ossa del santo, una storia considerata unanimemente una della narrazioni storiche più suggestive di tutti i tempi. Quest’anno invece saranno esaltati gli aspetti spettacolari della tradizione popolare che racconta come i baresi vissero l’arrivo delle reliquie del vescovo di Myra nel 1087. L’orgoglio di un’intera città che coronava il sogno di avere un Santo patrono venerato in tanti dei Paesi del bacino del Mediterraneo, un Santo attorno al quale i baresi hanno costruito la propria identità. Sono molto contento che la festa di quest’anno coinvolga i baresi in prima persona, nelle forme più svariate:  scuole, associazioni, squadra di calcio e semplici cittadini che nella serata del 6 potranno vivere la loro festa animando le strade della città in attesa del corteo. Voglio ringraziare i due artisti che hanno accettato con grande umiltà, e altrettanto coraggio, di creare, attraverso la contaminazione dei rispettivi talenti,  uno  spettacolo unico  che sarà ancora più bello e ancora più grande. Quest’anno – ha proseguito il sindaco - abbiamo scelto di offrire ai baresi un Corteo che tenesse dentro tanti elementi della tradizione insieme ai volteggi innovativi della danza aerea. Voglio ringraziare il priore della Basilica di San Nicola, padre Ciro Capotosto, al quale consegnerà idealmente le chiavi della città per i tre giorni della festa in cui guiderà un’intera comunità che va ben oltre quella cittadina. Personalmente, sarò onorato di affiancarlo in questi giorni in cui l’anima religiosa e quella popolare si fondono pienamente”. 

 

Decaro ha annunciato la nascita di un sito web dedicato all’appuntamento nicolaiano, tradotto in 5 lingue, compreso il dialetto barese. Questo sito resterà di proprietà del Comune di Bari.

 

 

“Quello che rappresenterò è un’aggiunta a questo corteo – ha sottolineato Elisa Barucchieri - tentando di rappresentare il sogno, la leggerezza, l’aria, attraverso le evoluzioni della danza aerea. Questo è potuto accadere per una serie magica di incastri e incontri: tutto è nato grazie ad un bando della Regione del TPP, che ci ha consentito di tenere una residenza artistica con una grande compagnia di danza aerea, e all’intuizione del Comune, che ci ha proposto questa bellissima avventura. Il nostro spettacolo vuole mantenere una dimensione ultraumana, extraumana, che prende forma nel cielo e sarà itinerante per essere visibile dal maggior numero possibile di persone. Con Francesco Brollo stiamo lavorando in un clima di grande intesa per la buona riuscita di questo evento. Assisterete a corpi sospesi in movimento grazie ad un grappolo di palloncini ad elio e ad una struttura - truck che rappresenta una novità assoluta nel panorama nazionale. Desidero ringraziare tutti coloro i quali ci stanno aiutando a portare avanti questa bellissima sfida”.

 

 

Secondo il progetto artistico di Francesco Brollo, e coerentemente con le indicazioni contenute nell’avviso, nelle scorse settimane si è lavorato intensamente per coinvolgere in particolare i residenti di Bari vecchia nella preparazione dell’evento. Vanno in questa direzione le attività svolte in collaborazione con gli alunni dell’Istituto comprensivo Umberto I - San Nicola che saranno protagonisti del corteo nel quadro dedicato al miracolo dei fanciulli. In occasione della rievocazione della traslazione delle ossa, la sera del 6 maggio, tutti i residenti di Bari vecchia saranno invitati ad addobbare i propri balconi con ceri e drappi colorati

 

A partire da martedì saranno distribuiti i materiali di comunicazione realizzati da Pooya per promuovere l’evento: una brochure contenente la mappa del percorso del corteo e una serie di informazioni utili per i visitatori (qui in allegato); un libretto con l’intero programma degli eventi della sagra nicolaiana dal 3 al 27 maggio e un focus sulle giornate del 6 e 7 maggio, oltre ad una descrizione dettagliata della composizione del corteo e una breve storia del Santo. Il tutto in italiano, lingua barese (per la traduzione ci si è avvalsi del prezioso aiuto di Felice Giovine dell’Accademia di lingua barese “Alfredo Giovine”), inglese, francese, tedesco e russo. Per la prima volta quest’anno è stato realizzato anche un sito internet dedicato,corteosannicola.it, che rimarrà di proprietà dell’amministrazione comunale e che si candida a diventare l’archivio storico del corteo di San Nicola.

Inoltre da oggi il corteo potrà essere seguito sui social attraverso facebook, twitter e instagram. Su quest’ultimo, in particolare, è attivo un contest fotografico, collegato all’hashtag #sandanecole, nel quale gli utenti sono invitati a rappresentare la propria esperienza durante la festa e il rapporto personale con il Santo.