Domenica, 7 Marzo 2021 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Al via il concorso letterario sul tema 'Futuri possibili radici': il racconto più originale sarà pubblicato sull'agenda Teatri di Bari

Si parte da un incipit scritto da Gabriella Genisi. I testi saranno selezionati da una giuria presieduta dal presidente onorario dei Teatri di Bari Nicola Lagioia

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 27/11/2017 da Redazione

Teatri di Bari lancia il concorso letterario “2018 battute per un anno di teatro” rivolto agli under 35. Per partecipare basterà inviare alla mail promozione@teatridibari.it entro le ore 12 del 1 dicembre 2017 un racconto inedito di 2018 battute a partire da un incipit scritto dalla scrittrice pugliese Gabriella Genisi. I testi saranno selezionati da una giuria presieduta dal presidente onorario dei Teatri di Bari Nicola Lagioia.

Il racconto scelto sarà pubblicato sull'agenda 2018 di Teatri di Bari e il vincitore sarà premiato con un abbonamento Teatri di Bari valido per tutti gli spettacoli in programma nei Teatri Kismet e Abeliano. Teatri di Bari rinnova, dunque, il suo impegno a essere un progetto che non abbia la sola funzione di “calendario”, ma sia anche strumento di divulgazione culturale, distribuito nei principali centri italiani e stranieri, tra teatri e luoghi di aggregazione. Un contenitore di  idee e progetti, ma anche un luogo di espressione, in questo caso letteraria. Teatri di Bari si rivolge a tutti i giovani che amano esprimersi attraverso la scrittura e che vogliano aiutarci a riflettere sul tema della stagione teatrale 2017/18 “Futuri possibili”.


Incipit

Accesi la tivvù per caso, di solito non la guardavo mai. C’era un documentario sul terzo canale, e quelli che furono i ragazzi di altre epoche che raccontavano. Parlavano di futuro, di possibilità, di rivoluzione. Delle aspettative disattese e di una generazione contemporanea senza più sogni né passione. La generazione degli sdraiati, dissero. Fu come prendere uno schiaffo, cavolo avevo 20 anni, stavano parlando anche di me.

 

[Gabriella Genisi]



loading...